Interventi su rete trasporto e viaria, da Regione Umbria 1,7 milioni euro

Strada Collevalenza

strada-gualdoAumentare la sicurezza e favorire la migliore fruizione della rete di trasporto e viaria dell’Umbria per le persone e le merci: è questa la finalità del bando della Regione Umbria che mette a disposizione circa 1 milione e 700mila euro di contributi per interventi di manutenzione straordinaria, adeguamento e potenziamento delle infrastrutture per la mobilità regionale, in attuazione della legge regionale 46 del 1997.

La Regione, spiega il rappresentante dell’Assessorato alle Infrastrutture e Trasporti, con questo bando relativo al Piano di settore per il 2014, finanzia opere per migliorare il funzionamento della rete di trasporto pubblico, in particolare per l’interscambio ferro-gomma, e per eliminare le situazioni di rischio sulle strade dove è elevato il numero di incidenti. I contributi regionali potranno essere impiegati, inoltre, per aumentare la sicurezza e la mobilità a piedi o in bicicletta di bambini e ragazzi nelle aree vicine alle scuole, per il miglioramento dell’accessibilità ai centri urbani, razionalizzare la sosta e costruire parcheggi per i veicoli, così come per realizzare strutture di mobilità alternativa, quali scale mobili, ascensori e funicolari.

Interventi, per il rappresentante regionale, che oltre a favorire la mobilità sulle infrastrutture regionali e la loro sicurezza, insieme alla congestione del traffico riducono i livelli di inquinamento, a salvaguardia dell’ambiente e del paesaggio, e facilitano la fruizione turistica e culturale del territorio umbro.

Il bando è stato pubblicato sul Supplemento ordinario n.4 al Bollettino Ufficiale della Regione Umbria – Serie Generale n. 23 del 14 maggio; è rivolto a Province, Comuni e agli altri soggetti proprietari o titolari della concessione o della gestione delle infrastrutture regionali che avranno tempo fino al 22 agosto prossimo per presentare la richiesta di finanziamento. Il Piano prevede, da parte dell’amministrazione regionale, l’accantonamento di una quota massima del 15 per cento dei finanziamenti da destinare a interventi urgenti e imprevedibili, al completamento di opere già finanziate e alla redazione di progetti per interventi di rilevante interesse regionale. Una quota pari almeno al 10 per cento dello stanziamento complessivo è riservata per interventi di manutenzione straordinaria sulle infrastrutture regionali. La Giunta regionale, rileva il rappresentante dell’Assessorato alle Infrastrutture e Trasporti, ha previsto di incrementare la dotazione finanziaria del bando con le risorse che si renderanno disponibili nei prossimi mesi.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*