UNIVERSITA’ PER STRANIERI, GUASTICCHI, “ORGOGLIO PER L’UMBRIA”

Polizia Provinciale no smatellamento
Marco Vincio Guasticchi

marco guasticchi-2“Nel giorno dell’avvio dell’anno accademico 2013–2014 dell’Università per Stranieri, ottantesimo dalla sua fondazione, la Provincia di Perugia saluta con grande entusiasmo lo svolgimento di una cerimonia inaugurale che tiene unite l’ufficialità della circostanza, la freschezza culturale sempre proposta da Palazzo Gallenga, la funzione internazionale dell’Ateneo, di cui si avverte un particolare bisogno in un momento, come l’attuale, segnato da molteplici aree di crisi a livello mondiale”.

Con queste parole il presidente della Provincia di Perugia, Marco Vinicio Guasticchi esprime tutto l’orgoglio dell’Umbria di annoverare tra le sue più prestigiose istituzioni la “Stranieri”.

“L’occasione dell’apertura dell’anno accademico – aggiunge Guasticchi – è propizia per rivolgere i sensi della più viva gratitudine all’onorevole Laura Boldrini, presidente della Camera dei Deputati, che interviene alla cerimonia e, insieme, per inviare all’onorevole Stefania Giannini un saluto beneaugurale per l’incarico di ministro appena conferitole. Gli anni nei quali l’onorevole Giannini è stata Rettore della Stranieri sono stati particolarmente proficui sul piano di una collaborazione fra l’Ateneo e la Provincia di Perugia che ha avuto modo di estrinsecarsi in molteplici direzioni, sempre segnando a favore delle due istituzioni un clima di intesa elevatissima e un indiscusso, alto indice di successo per le iniziative, i programmi, i progetti condivisi. Gli interventi, in particolare, volti a dare una chance in più di formazione universitaria a molti dipendenti della Provincia di Perugia e gli accordi che hanno permesso di avviare nuove incisive azioni rispetto all’area del Parco di Santa Margherita e dei suoi fruitori sono fra gli aspetti che della collaborazione fra le due istituzioni saranno ricordati. Nello stesso tempo – conclude Guasticchi – va espressa al nuovo Rettore, professor Giovanni Paciullo, la profonda gratitudine per lo spirito di continuità lungo il quale si sta muovendo, all’interno all’esterno dell’Ateneo, compresi dunque rapporti di collaborazione con la Provincia di Perugia. Al suo lavoro, alle sue proposte, è legato lo sviluppo di un momento cruciale per la vita della Stranieri che, con assoluta certezza, egli saprà interpretare, regolare e sviluppare al meglio delle energie intellettuali e morali dell’Ateneo, della Città di Perugia e dell’Umbria”.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*