Primi d'Italia

Impianti sportivi, Scarponi chiede chiarimenti al Comune

Perugia, la sala del consiglio comunale avrà anche un crocifisso

WCENTER 0WLEBITCPP  -  ( Marco Giugliarelli - _DSC1167 copia.jpg )PER LUCA“L’amministrazione chiarisca immediatamente cosa vuol fare con i propri impianti sportivi”. Lo chiede il capogruppo del Ncd al Comune di Perugia, Emanuele Scarponi.

“In seguito anche ad articoli pubblicati di recente sui quotidiani, il consorzio Darvin ha dichiarato di non essere più in grado di proseguire nella gestione degli impianti sportivi comunali, tant’è che al momento, per il pagamento delle utenze sembrerebbe essere dovuta subentrare un altra cooperativa a fronte di insolvenze. – dice Scarponi – Ad oggi tuttavia a quasi un mese dalle dichiarazioni, il consorzio Darvin sembrerebbe continuare a gestire il tutto”.

Il capogruppo di Ncd fa presente che “non si riesce a capire come possa essere avvenuto questo ammanco di gestione economica, considerando che da contratto il Comune eroga 210.000 euro all’anno alla Darvin, che la stessa dai vari impianti sportivi percepisce denaro dalle varie società, organizzazione di eventi musicali e non solo, va inoltre considerato che una società satellite la Darwin fotovoltaico ha attivato mutui e percepito fondi per quasi 2 milioni e mezzo di euro per realizzare l’impianto fotovoltaico sopra il Palasport Evangelisti e ad oggi paga regolarmente i mutui con le banche e vende l’energia che produce”

Date queste premesse, Scarponi chiede chi sta pagando al momento le utenze dei vari impianti, chi di fatto gestisce gli impianti sportivi considerando che al momento la Darvin sembrerebbe essere insolvente, che fine farà il personale che lavora per il consorzio, quali sono i rapporti tra la Darvin consorzio e la Darwin fotovoltaico, dove vanno a finire i ricavi della vendita dell’energia elettrica dell’impianto, se qualche società o cooperativa dovesse subentrare per la gestione degli impianti, chi continuerà a gestire l’impianto fotovoltaico? la Darwin fotovoltaico? Per quanti anni? Considerando che il Palasport Evangelisti è di proprietà del comune?”

“Spero – conclude Scaponi – che queste domande che i cittadini mi rivolgono possano avere una risposta celere”.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*