Dalle Rsu autoconvocate un appello per una sinistra politica in Umbria

Umbria, vicepresidente Paparelli: «Economia regionale in ripresa»

Si è tenuta ieri, 24 settembre, a Perugia, la prima assemblea delle Rsu autoconvocate dell’Umbria. Iniziativa nata da un appello sottoscritto da 170 rappresentanti sindacali delle principali realtà produttive dell’Umbria.

“Un grido di dolore – spiegano i promotori – per l’assenza di una sinistra politica capace di incidere sulla realtà economica e sociale in un momento di drammatica necessità”.

L’assemblea, svolta in una gremita sala della Partecipazione nel palazzo del consiglio regionale, è stata aperta dalla relazione di Nico Malossi, Rsu della Umbra Cuscinetti di Foligno.

L’analisi è partita dalla sempre più disastrosa situazione sociale dell’Umbria, con un tasso di disoccupazione senza precedenti e numeri impressionanti di cassaintegrati e di precari, per arrivare a proporre un percorso politico per un ricostruzione di una sinistra sociale, popolare e radicata tra i lavoratori, indicando come possibile modello quello della lista L’altra Europa per Tsipras alle europee.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*