Crisi dell’editoria, Assostampa incontra Marini e candidati presidenti alle regionali

Si è aperta oggi con la presidente della Regione Umbria, Catiuscia Marini, la serie di incontri promossa dall’Associazione Stampa Umbra e dall’Ordine di giornalisti dell’Umbria con i candidati presidente alle prossime elezioni regionali.

La richiesta degli organismi di categoria è che nella prossima agenda di governo dell’Umbria sia inserita la questione della tenuta dell’intero sistema informativo umbro, attraverso l’individuazione di azioni, interventi e strategie che rimettano al centro la qualità dell’informazione, il mantenimento dell’occupazione giornalistica ed il sostegno alle imprese del settore.

Il panorama umbro, come quello nazionale, è dominato infatti da elementi di grande preoccupazione e criticità. La diminuzione e i processi di concentrazione del mercato pubblicitario, i tagli alle risorse finanziarie, l’introduzione di nuove tecnologie hanno causato una crisi di allarmanti proporzioni che ha messo in discussione la sopravvivenza di molte aziende editoriali, della carta stampata, delle televisioni locali ed anche del web, minacciando la stabilità del lavoro di molti giornalisti umbri ed ampliando la platea di precariato e sottoretribuzione.

Il mancato finanziamento da parte del Governo della solidarietà in deroga e la riduzione dei mesi di cassa integrazione, accanto alle novità introdotte con il Jobs Act, hanno ulteriormente aggravato la situazione delle aziende già in crisi con il ricorso agli ammortizzatori sociali.

Situazione in cui versano pressoché tutte le aziende umbre. L’arrivo in Umbria di editori provenienti da fuori regione ha inoltre reso il quadro più complesso.

Si tratta di una crisi strutturale a cui occorre mettere mano con strumenti innovativi, di carattere nazionale e regionale, che chiamano ciascuno a fare la propria parte se si vuole realmente tutelare e sostenere una informazione libera e plurale.

Da qui l’impegno chiesto ai candidati di mettere a punto, insieme a tutti i soggetti interessati, azioni idonee a fronteggiare la crisi e ad assicurare all’Umbria la sopravvivenza di uno strumento fondamentale di democrazia.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*