Comune di Perugia, varato il Piano formativo anticorruzione

Gesenu: Barelli; lavoriamo per rilanciarla
Urbano Barelli

La giunta comunale, nella sua ultima seduta, ha approvato il Piano formativo anticorruzione 2014, sulla base della proposta redatta dal Responsabile della Prevenzione della corruzione (che la normativa nazionale individua nel Segretario generale).
Sono previsti undici interventi formativi (della durata di circa 4 ore) che riguarderanno i dirigenti  dell’ente ed il personale addetto alle attività qualificate a rischio di corruzione, con priorità per quello che opera nei servizi che svolgono attività a rischio medio. La docenza  è stata affidata al Responsabile della Prevenzione della corruzione che si avvarrà del contributo di altri dirigenti comunali.

“La formazione – spiega il vice sindaco Urbano Barelli, che ha anche la delega al personale  – è fondamentale per dare concretezza alla legge, perché fornisce a chi lavora i necessari strumenti di conoscenza per svolgere le proprie funzioni nell’ assoluto  rispetto delle norme anticorruzione. E’ un utile modo per assimilare e condividere i principi generali dell’ etica, in particolare nel settore  pubblico, e per identificare situazioni che possono sfociare in fenomeni corruttivi. Soprattutto oggi che la fiducia dei cittadini nelle istituzioni non tocca certo il suo punto più alto, una Amministrazione trasparente, corretta, impeccabile nel suo approccio alle regole è quanto mai necessaria. Ma per arrivare a questo bisogna disporre di un opportuno patrimonio di informazioni adeguate. Trasparenza, legalità, scrupolosa osservanza delle norme – aggiunge Barelli – devono rappresentare i principi fondamentali dell’ Amministrazione pubblica, una sorta di bussola che deve guidare ogni aspetto dell’ attività del Comune”.

Degli undici interventi due saranno di carattere generale sui temi della  prevenzione e repressione della corruzione per tutti i dirigenti dell’Ente, indipendentemente dalla classificazione del rischio, e nove riguarderanno circa 450 dipendenti addetti alle attività qualificate a rischio di corruzione, con priorità al personale operante nei servizi che svolgono attività a rischio medio.

Il programma comprenderà i seguenti argomenti: il fenomeno della corruzione negli enti pubblici  ed il contesto europeo; la legge 190/2012; il Piano triennale per la prevenzione della corruzione del Comune di Perugia; la trasparenza amministrativa; la customer satisfaction; Etica pubblica ed integrità.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*