CNR; presidente Marini visita sedi e laboratori di Perugia

PERUGIA –  “Il rapporto di collaborazione tra Cnr e Regione Umbria è molto positivo ed è di reciproco interesse che possa ulteriormente rafforzarsi”: lo ha affermato il presidente del Cnr, Luigi Nicolais, accogliendo stamani la presidente della Regione Umbria, Catiuscia Marini, in visita alle sedi ed ai laboratori di Perugia del Consiglio nazionale delle ricerche.

   Il presidente Nicolais, insieme ai diversi direttori degli istituti del Cnr che operano in Umbria, ha illustrato alla presidente tutte le attività di ricerca e sperimentazione svolte nelle sedi umbre, molte delle quali finanziate dalla Regione Umbria negli ambiti del governo del territorio e dell’assetto idrogeologico, soprattutto in riferimento alla prevenzione dai rischi di frane e smottamenti, all’agroalimentare, olivicoltura, viticoltura e molti altri settori.

“La ‘mission’ del Cnr – ha detto Nicolais – è di produrre conoscenza per dare una mano alla crescita del  Paese e di offrire anche alle realtà territoriali la possibilità di promuovere uno sviluppo locale più moderno”.

“Grazie al lavoro che svolgete qui – ha detto la presidente Marini – ci aiutate a migliorare sempre più l’efficacia della nostra programmazione. In Umbria, infatti, da sempre la programmazione rappresenta uno degli elementi principali dell’azione di governo. Come Regione, quindi, condividiamo la necessità di mantenere e magari sviluppare ulteriormente la collaborazione con il Cnr”.

La presidente Marini ha quindi manifestato la disponibilità della Regione Umbria alla definizione di un “Accordo quadro di programma” con il Consiglio nazionale delle ricerche, all’interno del quale inserire in maniera più organica tutte le collaborazioni tra le due istituzioni. Si è anche detta favorevole alla possibilità di realizzare, d’intesa con l’Università degli Studi di Perugia,  nell’area di Via del Giochetto a Perugia (che attualmente ospita ancora alcuni servizi sanitari che dovranno essere trasferiti nella sede del Polo Unico del Silvestrini) una sede unica dove raggruppare tutti gli isttuti di ricerca che attualmente operano in diverse sedi.

Nel corso della vista, infine, è stato dato l’annuncio che una giovane ricercatrice del CNR di Perugia, Angelica Tarpanelli, ha vinto il “Premio Ricercatamente”, attribuito dal CNR e dall’Accademia nazionale dei Lincei per le migliori ricerche svolte da ricercatori e tecnologi under 35.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*