Caso San Bevignate, il Comune intervenga!

da Carla Spagnoli (Presidente onorario del Movimento per Perugia)
La vicenda dello studentato che dovrebbe sorgere di fronte la chiesa di San Bevignate, purtroppo, è tutt’altro che chiusa…. L’Adisu amministrata da Maurizio Oliviero, incurante delle proteste dei perugini e dei dubbi di legittimità avanzati dal precedente consiglio comunale, nelle scorse settimane ha mandato tutti i documenti alla Soprintendenza per ottenere una nuova autorizzazione, dopo quella scaduta!

Il rischio concreto è che, se non interviene il Comune di Perugia, il palazzone di fronte la chiesa si farà! Il progetto edilizio, che costerebbe circa 12 milioni di euro, è un vero e proprio scempio, che andrebbe a deturpare e sminuire la chiesa medievale di San Bevignate, ricca di storia e orgoglio della nostra Perugia!

La giunta Romizi, e in particolare il vicesindaco Barelli che sulla vicenda ha incentrato la sua campagna elettorale, prenda fin da subito una posizione netta e revochi definitivamente gli atti amministrativi del progetto! Noi del Movimento per Perugia, che siamo stati affianco ai cittadini nelle manifestazioni di protesta e nella raccolta firme, continueremo a tenere alta la guardia, per mettere una volta per tutte la parola “fine” alla vicenda!

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*