Bollo auto storiche, Ricci: “Esentare la tassa ai veicoli con più di 20 anni di età”

Bollo auto storiche, riduzione del 10 per cento

Bollo auto storiche, Ricci: “Esentare la tassa ai veicoli con più di 20 anni di età”. “Alcune regioni italiane hanno esentato le auto, le moto e i veicoli storici, con oltre venti anni di età, da ogni forma di tassazione regionale con atti che vengono considerati legittimi in relazione alle attuali normative.

La Giunta dell’Umbria individui dunque strumenti legislativi per rendere esenti da ogni onere regionale le moto, le auto e i veicoli storici con oltre venti anni di età in relazione alla funzione di tutela del patrimonio, materiale e immateriale, nonché per le attività scolastico-educative e di promozione svolte dai tanti e generosi proprietari”.

Lo chiede una mozione a firma Claudio Ricci (portavoce centro destra e liste civiche), Valerio Mancini, Emanuele Fiorini (Lega Nord), Raffaele Nevi (Forza Italia), Marco Squarta (Fratelli d’Italia) e Sergio De Vincenzi (Ricci presidente).

Nell’annunciare la presentazione dell’atto di indirizzo, Ricci ricorda che “l’Auto moto club Storico Italiano (Asi) conta in Umbria su migliaia di appassionati aderenti, che svolgono a proprie spese un ampio ruolo per la tutela di un patrimonio motoristico testimonianza della tecnologia, dello stile e della intelligenza creativa, artigianale e industriale italiane.

Svolgono inoltre un’apprezzata attività nel settore scolastico educativo nonché, attraverso numerosi eventi, per la promozione culturale e turistica regionale e nazionale”.

4 Commenti su Bollo auto storiche, Ricci: “Esentare la tassa ai veicoli con più di 20 anni di età”

  1. Forza avanti così! noi appassionati ce la faremo! non riusciranno a toglierci anche questo! le passioni non si toccano siamo già più che pieni di tasse e balzelli da pagare! non permetteremo che il patrimonio motoristico venga svenduto ed esportato fuori dall’Italia. io ci credo, uniti ce la faremo.

  2. Speriamo ragazzi renzi sta distruggendo tutto insieme cerchiamo di rottamarlo prima che ci tolga le nostre passioni e ci Levi il respiro

  3. Lo sbaglio è chiedere l’esenzione per tutte le auto con più di 20 anni di età: è stata proprio la cecità dell’ASI, che ha certificato di tutto, a portare a tutto questo. E’ giusto che venga redatta una lista, che dovrebbe essere emanata dal Ministero dei Trasporti (e non da un soggetto privato come ASI o ACI, trattandosi di interesse pubblico), sentite le varie associazioni, Registri, ACI, ASI ecc., che includesse solamente le auto di REALE interesse storico (che interesse storico può avere una UNO DIESEL o una BMW 320 del 1995?). Poi potrebbero essere stabilite agevolazioni diverse a secondo dell’uso che il proprietario volesse fare dell’auto (per esempio esenzione totale dal bollo, ma circolazione autorizzata solamente nei we, giorni festivi o per raduni autorizzati, altrimenti riduzione del 50% se non si vuole una tale limitazione e così via..).Le soluzioni potrebbero essere tante, basterebbe un pò di buona volontà…

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*