Asili nido, assessore Bartolini a consigliere Squarta, a speculazioni rispondiamo con i fatti

Dispiace dover leggere le speculazioni del consigliere regionale Squarta

Asili nido, assessore Bartolini a consigliere Squarta, a speculazioni rispondiamo con i fatti

Asili nido, assessore Bartolini a consigliere Squarta, a speculazioni rispondiamo con i fatti

PERUGIA  – “Dispiace dover leggere le speculazioni del consigliere regionale Squarta che nei social, con un post di appena 109 battute, interviene su questioni importanti come quelle degli asili nido e servizi per l’infanzia. Sarebbe anche opportuno che un massimo rappresentante delle istituzioni locali si informasse meglio sulle attività della Regione, in particolare sulle modalità di impiego dei fondi europei, e che assumesse un tono più istituzionale e non propagandistico”.

È quanto afferma l’assessore regionale all’Istruzione, Antonio Bartolini, che, nel replicare al consigliere regionale, coglie l’occasione per sottolineare “che la Giunta regionale, nonostante le note difficoltà di bilancio degli Enti Locali, ha da sempre lavorato sul tema e, anche nell’ultimo biennio, ha continuato a contribuire, stanziando risorse per la gestione degli asili nido pari a 2 milioni 500mila euro. Le nostre azioni, quindi, sono andate esattamente in senso contrario rispetto a quanto affermato dal consigliere Squarta”.

Per quanto riguarda i fondi europei “nella nostra programmazione 2014-2020, abbiamo previsto azioni e fondi – ricorda Bartolini – per innalzare il livello di qualità dei servizi socioeducativi per la prima infanzia ed assicurare questo diritto fondamentale anche ai meno abbienti. Informo il consigliere Squarta – aggiunge – che 2 milioni 800mila euro sono già stati stanziati dalla Regione Umbria in favore delle aree interne dell’Umbria e dell’ITI, l’Investimento territoriale integrato, Trasimeno per l’accesso alla rete dei servizi socioeducativi”.

“Sono previsti, inoltre, ulteriori fondi nella nostra programmazione – prosegue – che stiamo pianificando anche alla luce del nuovo sistema integrato per l’educazione 0-6 anni”.

“Infatti – dice l’assessore – i fondi europei per la programmazione regionale dovranno essere impiegati come effetto leva sui fondi che verranno stanziati dal Governo nazionale per la riforma dello ‘“0-6’, come già fatto per il SIA, il sostegno per l’inclusione attiva, e Garanzia Giovani. A tal proposito, la Regione ha istituito da alcuni mesi un gruppo di lavoro costituito da Università, Anci, Ufficio scolastico regionale, con il supporto di esperti, sta elaborando una proposta da sottoporre alla Giunta regionale”.

“Oltre a tutta l’attività svolta dalla Regione e che il consigliere Squarta, volontariamente, ignora, si dimentica – aggiunge l’assessore – anche delle numerose azioni messe in campo dal Governo nazionale, come ad esempio il bonus bebè e bonus mamma, molto utile alle famiglie, soprattutto le meno abbienti”.

“È quindi ovvio che la Regione Umbria si stia muovendo, con le risorse impiegate, e fino ad oggi – sottolinea – ha consentito agli umbri di avere uno dei sistemi migliori in Italia di Istruzione e Welfare in materia d’infanzia, come ampiamente riconosciuto a livello nazionale ed internazionale”.

“Spero che Squarta mostri la stessa attenzione riguardo gli asili nido mostrata verso la Regione – conclude l’assessore Bartolini – anche verso i Comuni la cui amministrazione è a lui vicina e che al welfare non rivolgono così seria sensibilità. Sono certo, infine, che il consigliere Squarta andrà oltre le dichiarazioni e gli slogan nei social e parteciperà attivamente e con tono propositivo, su questo tema, ai lavori dell’Assemblea legislativa”.

Print Friendly

1 Commento su Asili nido, assessore Bartolini a consigliere Squarta, a speculazioni rispondiamo con i fatti

  1. Che buffonata, vi prendete gioco della povera gente. Io mi ritengo un moderato ma se mi sento calpestato o vedo vessare chi è in stato di bisogno ed impotente, mi sento di dire: “Dovevate riceverli con i mattoni del terremoto e lapidarli” !!

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*