Art Bonus 2015, inaugurata la fontana di via Maestà delle Volte dopo il restauro

E' stato finanziato da parte di Camilla Cucinelli e Riccardo Stefanelli

Art Bonus 2015, inaugurata la fontana di via Maestà delle Volte dopo il restauro. Si è tenuta questo pomeriggio la cerimonia di inaugurazione della Fontana di via Maestà delle Volte dopo i lavori di restauro, finanziato con il ricorso ad Art Bonus da parte di Camilla Cucinelli e Riccardo Stefanelli che, in occasione del loro matrimonio, lo scorso anno, hanno raccolto 25mila euro da destinare all’intervento. Alla cerimonia, insieme al Sindaco Andrea Romizi e ai due giovani Mecenati, erano presenti anche il Consigliere Attilio Solinas, in rappresentanza della Regione dell’Umbria, la consigliera Erika Borghesi per la Provincia di Perugia, il Presidente della Camera di Commercio, Mencaroni, il Direttore dell’Accademia di Belle Arti, Belardi, il direttore del MUSA, Luana Cenciaioli, gli assessori comunali, il Presidente del Consiglio Comunale Varasano e molti consiglieri. Infine i tecnici che, per il Comune, hanno seguito i lavori.

Folto anche il pubblico presente, che il Sindaco ha voluto ringraziare per la dimostrazione di affetto e il legame verso la città. “Questa è la seconda tappa del percorso iniziato qualche mese fa con l’inaugurazione della Vera del Pozzo Etrusco –ha ricordato il Sindaco- ed è stato un significativo gesto d’amore di Camilla e Stefano, non solo tra di loro, ma anche verso la città. Un esempio per tutti”. Il Sindaco ha quindi ricordato come anche per il 2016 siano stati individuati molti altri beni in attesa di riqualificazione, grazie anche alle proposte dei cittadini stessi.

Riccardo Stefanelli, nel ringraziare il Comune per l’opportunità, non ha mancato di esprimere gratitudine anche nei confronti di parenti e amici che, in occasione delle loro nozze, hanno voluto contribuire alla raccolta fondi, rendendo possibile il restauro. “Questo era il nostro angolo nascosto all’Università –ha ricordato- qui ci incontravamo, quando Camilla faceva Lettere e io Giurisprudenza. Finanziare questo intervento è stato per noi un modo per ricordare l’inizio del nostro amore.”

Coperta da un telo color dell’Acqua, impreziosito da un ricamo offerto dalla Sartoria Oriella Goracci di Perugia, la Fontana è stata, quindi, scoperta dal Sindaco e da Camilla Cucinelli, che hanno poi anche aperto il rubinetto della fonte, tornata a effondere acqua.

La cerimonia è poi proseguita nella sala Rossa di Palazzo dei Priori, con l’intervento del Prof. Nucciarelli che ha ripercorso la storia della fontana e, con essa, quella della città.
La fonte –che Nucciarelli ha definito il tassello di un grande mosaico di opere cittadine che vanno dall’Unità d’Italia alla Seconda Guerra Mondiale, venne costruita a seguito della demolizione di alcune casupole, avvenuta nel 1928, per riportare alla luce i caratteristici basamenti delle torri di via Maestà delle volte, sotto un’antica arcata del XV secolo, al posto di una serie di strutture pertinenti all’omonimo vecchio Ospedale.
Prima dell’intervento di riqualificazione la fontana, costituita essenzialmente da travertino, risultava alterata dal tipico degrado che aggredisce le opere lapidee esposte all’aperto.
Come ha spiegato nel dettaglio l’Arch. Timpani, responsabile dell’intervento, i lavori hanno riguardato preliminarmente tutta la superficie per la rimozione dei depositi superficiali e la disinfezione, per poi proseguire con l’intervento sul paramento in travertino.

E’ seguito il restauro del paramento in mattoni, mentre l’ultimo intervento ha riguardato la piazzetta antistante, con la sostituzione dei laterizi mancanti o rotti e il miglioramento dell’illuminazione.
In Sala Rossa è stato proiettato anche il video realizzato per volere dell’Amministrazione e finalizzato alla promozione della campagna Art Bonus 2016.

Quindi, un brindisi nella splendida cornice della Sala Gialla, ha suggellato il successo dell’operazione e, come ha sottolineato il Sindaco in apertura, la lungimiranza dell’Art Bonus che favorisce la tutela del patrimonio culturale, lo sviluppo della cultura e il rilancio del turismo attraverso la partecipazione attiva di tutti i cittadini e delle imprese. Si ricorda che il credito d’imposta spetta nella misura del 65% delle erogazioni liberali effettuate. In relazione alla qualifica del soggetto che effettua le erogazioni liberali sono previsti limiti massimi differenziati di spettanza del credito d’imposta.

In particolare:
• per le persone fisiche ed enti che non svolgono attività commerciale (dipendenti, pensionati, professionisti), il credito d’imposta è riconosciuto nel limite del 15% del reddito imponibile;
• per i soggetti titolari di reddito d’impresa (società e ditte individuali) ed enti non commerciali che esercitano anche attività commerciale il credito d’imposta è invece riconosciuto nel limite del 5 per mille dei ricavi annui.

Il versamento può essere effettuato:
a. con destinazione generica.
b. con destinazione specifica, in tal caso l’importo ricevuto verrà utilizzato per l’intervento indicato.
Per godere del beneficio fiscale il versamento deve essere obbligatoriamente effettuato tramite bonifico bancario intestato a:
COMUNE DI PERUGIA
Corso Vannucci N. 19 – PERUGIA
P.Iva 00218180545 – C.F. 00163570542
COORDINATE BANCARIE:
Tesoriere Comune di Perugia
UNICREDIT Spa Corso Vannucci 39
IBAN: IT07D0200803027000029502587
Nella causale del versamento scrivere obbligatoriamente:
ART BONUS art. 1 L.106/14 cod. …… (indicare il codice del progetto prescelto) ed il codice Fiscale del donatore.
• cod.01: Fonte dei Tintori
• cod.02: Pozzo di San Francesco (già finanziata)
• cod.03: Statue ed Arco del Frontone – Teatro dell’Arcadia (già finanziata)
• cod.04: Vera del Pozzo Etrusco (già finanziata)
• cod.05: Fontana di via Maestà delle Volte (già finanziata)
• cod.08: Porta della Conca
• cod.09: Porta della Palombetta
• cod.10: Arco della Mandorla
• cod.11: Fonte Lomellina
• cod.12: Pozzo di via del Castellano
• cod.13: Edicola di Piazza Monteluce
• cod.14: Monumento ai Caduti di Ponte San Giovanni
• cod.15: Acquedotto di via Appia
• cod.16: Porta di San Girolamo
• cod.17: Chiesa di Sant’Angelo in Ponte Felcino
• cod.18: Fontana del Piscinello
• cod.19: Monumento al Perugino
• cod.20: Porta di San Pietro o di Duccio

Ulteriori informazioni sul sito del Comune di Perugia all’indirizzo: artbonus.comune.perugia.it.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*