Amministrazione digitale; Rughetti, ”Umbria Regione Virtuosa”

Da sinistra Alberto Naticchioni, Angelo Rughetti, Giampiero Giulietti
Da sinistra Alberto Naticchioni, Angelo Rughetti, Giampiero Giulietti
Da sinistra Alberto Naticchioni, Angelo Rughetti, Giampiero Giulietti
PERUGIA – “L’Umbria è una Regione virtuosa per quanto riguarda l’amministrazione digitale, che è fattore di crescita e sviluppo per la comunità ed il Paese”: lo ha detto il sottosegretario di Stato alla semplificazione e pubblica amministrazione, Angelo Rughetti, intervenendo oggi al seminario su “Lo stato di digitalizzazione dei procedimenti amministrativi della Regione Umbria”, organizzato dalla Scuola umbra di amministrazione pubblica a Villa Umbra. “In Italia – ha aggiunto Rughetti – abbiamo un situazione a macchia di leopardo con Regioni che hanno saputo cogliere la sfida dell’amministrazione digitale, insieme all’Umbria la Lombardia, l’Emilia Romagna, il Friuli Venezia Giulia e il Piemonte, e territori che hanno difficoltà a tenere il passo con i processi di innovazione e semplificazione”.

“La prossima stagione di fondi comunitari – ha annunciato l’assessore regionale alle riforma Fabio Paparelli – porterà all’Umbria sessanta milioni di euro per dare definitiva attuazione ai provvedimenti e alle misure già assunte e per completare la digitalizzazione dell’amministrazione umbra. Dall’attivazione in ogni comune dell’Umbria dello sportello unico per le attività produttive, commerciali e per l’edilizia (Suape) alla sanità, con la ricetta elettronica, il fascicolo sanitario elettronico, le prenotazioni online, al commercio, con la realizzazione di centri commerciali naturali dotati di siti e-commerce, alle relazioni all’interno delle pubbliche amministrazioni, le cosiddette scrivanie digitali”.

“L’approvazione dell’Agenda digitale, il riordino della filiera Ict, con la razionalizzazione delle centrali in house e una centrale acquisti per la sanità, insieme al Piano telematico, recentemente esaminato con un sistema partecipato e il Piano digitale per il triennio 2013-2015 a cui Regione e istituzioni stanno lavorando per il raggiungimento degli obiettivi testimoniano concretamente – ha spiegato Annalisa Doria, coordinatrice dell’area organizzazione delle risorse umane, innovazione tecnologica, autonomie locali della Regione – del lavoro fatto dalla Regione Umbria in materia di digitalizzazione e semplificazione della pubblica amministrazione.

“Noi vogliamo contribuire – ha detto Alberto Naticchioni, Amministratore unico della Scuola Umbra di amministrazione pubblica – al superamento del gap, del divario digitale soprattutto nelle pubbliche amministrazioni e per questo sono previste una serie di attività formative in accordo con quanto auspicato anche dal Governo nazionale.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*