Aerospazio: presidente Marini a Parigi in visita al salone internazionale dell’aeronautica

MARINI A PARIGI
MARINI A PARIGI

“Il dinamismo del settore dell’aerospazio, uno dei settori di punta dell’economia regionale, ci conforta rispetto alla direzione delle politiche regionali che con la  programmazione dei fondi strutturali sono orientati a supportare i temi della ricerca dell’innovazione e dell’internazionalizzazione”. E’ quanto affermato dalla presidente della Regione Umbria, che ha visitato questa mattina a Parigi, le imprese umbre aderenti al Polo dell’aerospazio che partecipano alla 51 edizione del Salone internazionale dell’aeronautica e dello spazio di Parigi-Le Bourget, il principale appuntamento fieristico per l’industria aeronautica mondiale.

Per la presidente Marini si tratta di fattori che “possono contribuire a supportare questo comparto, e le imprese che ne fanno parte, verso un ulteriore percorso di consolidamento e crescita. Solo dalla combinazione di competenze imprenditoriali, qualità e motivazione dei lavoratori, politiche pubbliche orientate selettivamente verso obiettivi di crescita e sviluppo – ha aggiunto Marini – è possibile trarre vantaggio dai segnali di ripresa economica che cominciano ed evidenziarsi anche in Umbria”.

   Dal 2009, anno in cui è iniziata la partnership tra il distretto dell’aerospazio regionale e la Regione Umbria, attraverso il Centro Estero Umbria, sono state molte le iniziative realizzate, soprattutto per favorire azioni di promozione sui mercati internazionali e nello specifico sulle fiere di Parigi Le Bourget e Farnborough a Londra, numerosi ed importanti sono i risultati raggiunti.

I dati che ancora non incorporano il 2014 mostrano un incremento dei livelli occupazionali pari a 400 unità. Il fatturato aeronautico è cresciuto del 20 per cento collocandosi a 313 milioni, mentre l’utile ha visto una crescita pari all’ 88 per cento. Allo stesso modo sono cresciuti indicatori quali EBIT e Patrimonio dell’ordine del 30 e 20 per cento, con una forza lavoro di circa 2.500 dipendenti ed un valore della produzione aggregata attestata sui 450 milioni di euro di euro.

Territorialmente la maggior parte della forza produttiva si trova nel comprensorio di Foligno (circa 2.000 dipendenti), ma la presenza delle aziende è spalmata su tutto il territorio della regione: da Umbertide, a Perugia a Terni.

Le imprese umbre presenti a Parigi sono: CBL Electronics TODI; Comear Spello; Fucine Umbre Terni; NCM Foligno; Fomap Assisi; OMA Tonti Foligno; QFP Spoleto; RF Mycrotech Perugia; SkyRobotic Terni; Umbra Group Foligno. Con oltre 350 mila visitatori, più di 2.200 espositori, 285 delegazioni internazionali, più di 3.000 giornalisti accreditati, la fiera di Le Bourget rappresenta un appuntamento immancabile per le imprese aerospaziali di tutto il mondo.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*