68ª Festa della Repubblica, le celebrazioni a Terni

La lettura del messaggio che il Presidente Giorgio Napolitano ha, come di consueto, indirizzato a tutti i Prefetti in occasione della Festa della Repubblica  ha rappresentato il momento più denso di significati delle celebrazioni, svoltesi a Terni in un clima di grande attenzione e rispetto verso le molteplici situazioni di difficoltà e crisi che hanno colpito il territorio, le imprese e le famiglie.

La giornata ha avuto inizio presso la Sala consiliare del Comune con una breve cerimonia alla quale sono intervenuti, oltre al Sindaco del capoluogo Leopoldo Di Girolamo ed al Prefetto, Gianfelice Bellesini, anche il Vicepresidente della Camera dei Deputati, Marina Sereni, il Presidente del Consiglio Regionale, Eros Brega, ed il Presidente della Provincia, Feliciano Polli.

Accompagnato dalle musiche eseguite dall’Orchestra d’Armonia Città di Terni, il corteo delle Autorità e delle associazioni e rappresentanze civili e militari si è poi spostato da Palazzo Spada a Piazza Briccialdi, dove, dopo l’alzabandiera e la deposizione delle corone ai caduti, il Prefetto ha dato lettura del messaggio del Presidente Napolitano.

foto3Le celebrazioni sono poi proseguite in Prefettura, dove – alla presenza del Sottosegretario all’Interno Gianpiero Bocci, del Presidente del Consiglio Regionale, Eros Brega, del Presidente della Provincia, Feliciano Polli, e dei Sindaci dei Comuni di residenza degli insigniti– sono stati consegnati i diplomi di conferimento delle Onorificenze dell’Ordine “Al Merito della Repubblica Italiana”, nonché le medaglie d’onore ai deportati nei campi nazisti durante l’ultimo conflitto mondiale ed ai familiari dei deceduti. “Si tratta di riconoscimenti – ha sottolineato Bellesini – che, in questa giornata, evidenziano come l’impegno che ciascuno di noi esprime nella propria dimensione sociale, lavorativa e civile sia il modo migliore per far vivere e rinnovare quotidianamente quei valori fondativi dell’ordinamento repubblicano, la cui conquista è stato frutto di vicende e sofferenze che tanti nostri concittadini hanno drammaticamente vissuto in prima persona”.

A completare il programma delle manifestazioni, al Teatro Secci un concerto a cura dell’Istituto Superiore di Studi Musicali “Giulio Briccialdi” e al Polo di Mantenimento delle Armi Leggerel’apertura al pubblico della mostra dei mezzi e materiali dell’Esercito “1914-2014: Centenario della Prima Guerra Mondiale”, un’esposizione di cartelloni, cimeli, documenti, foto e uniformi storiche, organizzata dall’Associazione Onlus “Museo Internazionale Armi Leggere Terni”.

 

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*