XXIII Ercole Olivario premiate a Perugia le 103 aziende italiane

Premiate a Perugia le 103 aziende italiane selezionate per rappresentare l’olivicoltura di eccellenza ad Expo 2015.
Sono 103 le aziende del settore olivicolo-oleario italiano inserite da Ercole Olivario nella Premium List per Expo 2015.
Tra le imprese vincitrici del prestigioso riconoscimento 14 sono umbre, in rappresentanza di tutte le sottozone regionali di produzione.

Il Premio Lekythos è andato a Paolo Lafata, chef executive della Olive Garden e direttore del programma Culinary Institute.

Alla premiazione della XXIII° Edizione dell’Ercole Olivario sono intervenuti Giorgio Mencaroni, Presidente del Comitato di Coordinamento dell’Ercole e della Camera di Commercio di Perugia, Ferruccio Dardanello, Presidente di Unioncamere nazionale, l’Assessore all’Agricoltura della Regione dell’Umbria Fernanda Cecchini, Cristiana Casaioli, Assessore al Commercio del Comune di Perugia, i Segretari Generali delle Camere di Commercio di Perugia, Mario Pera e di Terni Giuliana Piandoro.
Le relazioni sono state svolte da Jalal Addin Googlani (L’olivicoltura in Iran: storia, cultura e sviluppo”) e da Carlo Combi del Comitato Scientifico di Symbola (“La eco-sostenibilità e la qualità delle produzioni nutrono il pianeta”).
Ha moderato i lavori Maurizio Pescari giornalista enogastronomo.

Nella giornata conclusiva della XXIII Edizione, l’Ercole Olivario ha accolto a Perugia le 103 aziende selezionate da tutta Italia per rappresentare l’olivicoltura di eccellenza italiana ad Expo 2015. Nonostante una annata olearia davvero senza precedenti che, complici clima e infestazione da mosca olearia, ha fatto registrare in molte regioni a vocazione olivicola elevatissimi cali di produzione dell’extravergine in alcune zone d’Italia, l’Ercole Olivario non ha voluto venir meno al suo appuntamento e lo ha fatto quest’anno in modo diverso, celebrando non solo il prodotto ma soprattutto “gli uomini e le donne dell’olio”, per comunicare che dietro l’olio di qualità italiano ci sono frantoiani e olivicoltori, che con fatica, passione e impegno quotidiano garantiscono il perpetuarsi della grande tradizione italiana dell’olio di oliva d’eccellenza.

“L’ Ercole Olivario – Edizione Speciale – ha affermato Giorgio Mencaroni, presidente del Comitato Organizzatore e della Camera di Commercio di Perugia – ha ottenuto il patrocinio di Expo 2015 ed è stata ideata proprio con l’intento di costruire uno strumento di promozione dell’olivicoltura italiana e dei sapori dei diversi territori, sia fuori che dentro l’Esposizione Universale di Milano. Tra le attività più significative, la realizzazione di una pubblicazione che quest’anno vedrà come protagoniste direttamente le aziende selezionate della Premium List, produttori di eccellenza per i quali l’Ercole Olivario testimonia e garantisce la serietà professionale e la cura del ciclo produttivo.

La pubblicazione farà parte di una strategia più ampia di comunicazione che sarà realizzata in collaborazione con tutti gli enti e le associazioni che ci sostengono”. Altre azioni di sostegno e promozione sono già state individuate e inserite nel regolamento di quest’anno: la registrazione di tutte le aziende della Premium List all’interno di Italian Quality Experience, il progetto istituzionale ideato dalle Camere di Commercio in vista dell’EXPO2015 per presentare il modello Italia a livello internazionale; la presentazione della Premium List con degustazioni guidate di oli a Verona, in occasione del SOL; l’allestimento a Perugia di un percorso sensoriale fra gli oli delle diverse regioni per permettere a membri delle delegazioni internazionali dell’Expo che visiteranno i territori di avere un’idea precisa dell’olivicoltura di qualità italiana.

“Con 43 indicazioni protette, una produzione di 500mila tonnellate l’anno ed oltre 350 varietà diverse l’olio di oliva è un ambasciatore straordinario dell’eccellenza agroalimentare made in Italy nel mondo” ha ricordato Ferruccio Dardanello, presidente di Unioncamere nazionale.

Ancora Dardanello: “Le 100 aziende selezionate in questa edizione speciale dell’Ercole Olivario, patrocinata da Expo, sono un esempio importante di quel legame tra territorio, tradizione e qualità che esprime la cifra culturale che il nostro Paese deve saper rappresentare all’Esposizione Universale e che il sistema delle Camere di commercio continuerà a sostenere e promuovere”.

Alla cerimonia di premiazione dell’Ercole, un intervento dall’Iran: Jalal Addin Googlani ha parlato delL’olivicoltura in Iran: storia, cultura e sviluppo”. Carlo Combi del Comitato Scientifico di Symbola ha invece affrontato il tema della “Eco-sostenibilità e la qualità delle produzioni nutrono il pianeta”).

Tra le 103 imprese premiate e entrate nella PREMIUM LIST PER EXPO 2015, ben 14 sono umbre:
AZ. AGR. BACCI NOEMIO – Gualdo Cattaneo (PG)
AZ. AGR. CIARLETTI – Manciano di Trevi (PG)
AZ. AGR. MARFUGA – Campello sul Clitunno (PG)
AZ. AGR. OLIVETO DI CONTESSA GELTRUDE – Amelia (TR)
AZ. AGR. SAMBUCHI DANTE – Città di Castello (PG)
AZIENDA VIOLA – Sant’Eraclio di Foligno (PG)
FRANTOIO DI SPELLO- Spello (PG)
FRANTOIO RINALDUCCI- Gualdo cattaneo (PG)
MORETTI OMERO – Giano dell’Umbria (PG)
PISTELLI ENZO – Terni
PODERE LE CORONE – Casteldoglio – Monte Castello di Vibio (PG)
RANCHINO EUGENIO – Orvieto (TR)
SOC. AGR. MASCIO –Trevi (PG)
SOC. AGR. TREVI IL FRANTOIO – Matigge di Trevi (PG)

Il Premio Lekythos assegnato ogni anno a personalità che favoriscono la conoscenza e la diffusione degli oli di qualità italiana all’estero, è andato a Paolo Lafata, chef executive della Olive Garden e direttore del programma Culinary Institute.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*