Wifi gratuito: parte la campagna informativa a Perugia

wifi(umbriajournal.com) PERUGIA – In 24 luoghi di Perugia e del suo territorio, piazze principali, biblioteche e aree verdi, all’aeroporto regionale, si può navigare liberamente e gratuitamente per due ore in internet e accedere ai servizi on-line della pubblica amministrazione in modalità “wifi”: è quanto consente la rete pubblica di “hotspot” attivata a Perugia con il progetto “Umbria Wifi” e per far conoscere questa possibilità la Regione dell’Umbria, su iniziativa dell’assessore regionale Stefano Vinti, ha organizzato una vera e propria campagna di comunicazione che inizierà domani, 5 luglio, in coincidenza con l’avvio di Umbria Jazz. La campagna promozionale è stata illustrata questa mattina, nel corso di una conferenza stampa, alla quale ha partecipato l’assessore Vinti, che si è svolta nel Salone d’Onore di palazzo Donini a Perugia. Il tutto parte da un progetto finanziato dalla Regione con fondi del Programma Operativo Regionale del Fondo di Sviluppo Regionale (POR FESR) 2007-2013, è stato attuato da CentralCom SpA in collaborazione con i comuni di Perugia, Terni, Foligno, Città di Castello e Orvieto, interessati alle installazioni nella prima fase dell’intervento. Il servizio prevede la possibilità di navigare gratuitamente in modalità wifi per due ore al giorno, anche non consecutive, attraverso una semplice registrazione online. “Un progetto che assicura nuovi diritti di cittadinanza, fortemente voluto e finanziato dalla Regione Umbria – ha rilevato l’assessore regionale alle Infrastrutture tecnologiche immateriali, Stefano Vinti – Stiamo lavorando e investendo per il superamento del divario digitale, e l’Umbria oggi ha una copertura pressoché totale grazie alle infrastrutture e alle reti che sono state realizzate, così come con la rete dei ‘free hotspot’ stiamo marciando nella direzione giusta per costruire le città del futuro, garantendo a tutti il diritto irrinunciabile all’accesso a internet. Il progetto ha anche l’obiettivo di valorizzare il territorio regionale ed aumentare l’efficacia di comunicazione dei portali istituzionali e dei relativi servizi, favorendone l’accesso ( ad esempio mobilità, turismo, salute, valorizzazione del patrimonio culturale ed ambientale, ecc.), anche attraverso l’uso di smrtphone, tablet, pc o altri dispositivi mobili”.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*