Umbertide: Il Mercato della Terra per uscire dalla crisi

forum mercato della terra(umbriajournal.com) UMBERTIDE – Si è tenuto questa mattina presso la sala Tevere della Residenza comunale il forum con gli operatori e gli utenti del Mercato della Terra per la valorizzazione dei prodotti tipici del territorio. L’iniziativa è stata promossa dal Comune di Umbertide nell’ambito del progetto della Regione Umbria “Turismonet”, in collaborazione con il Centro per le energie rinnovabili Mola Casanova. Sono intervenuti il sindaco Marco Locchi, l’assessore al Commercio Maria Chiara Ferrazzano, la presidente di Slow Food Umbria Sonia Chiellini, Marino Marini di Slow Food Altotevere ed alcuni operatori commerciali del Mercato della Terra.

“Il Mercato della Terra sta riscuotendo sempre più partecipazione ed interesse e si è rivelato un valido strumento per valorizzare i prodotti del nostro territorio – ha detto il sindaco Locchi – D’altronde l’ambiente e l’enogastronomia sono la nostra principale ricchezza ed è su questo che dobbiamo puntare”. “Il mercato, nato tre anni fa quasi per scommessa, è diventato un progetto pilota che altri comuni stanno prendendo da esempio, come è successo proprio in questi giorni a Città di Castello – ha aggiunto l’assessore Ferrazzano – Voglio ringraziare Slow Food e gli operatori del Mercato della Terra che ci hanno insegnato ad utilizzare i prodotti in base alla loro stagionalità”.

“Al Mercato della Terra il produttore non vende solo i suoi prodotti ma crea anche un rapporto diretto con il consumatore e un rapporto di collaborazione con l’Amministrazione Comunale che ne ha riconosciuto il suo ruolo nella società ha affermato Sonia Chiellini – inoltre il mercato è anche un momento di socialità e il consumatore, acquistando dal produttore, diventa co-produttore, contribuendo al sostegno delle aziende agricole del territorio e al contempo evitando gli effetti negativi del trasporto delle merci, come le emissioni di CO2 in atmosfera”. “Il fatto che molti operatori sono riusciti a sopravvivere alla crisi grazie al Mercato della Terra è sicuramente l’aspetto più significativo di questa iniziativa – ha aggiunto Marini – alcuni hanno infatti ampliato la produzione proprio per rispondere alla richiesta sempre maggiore di prodotti da parte dei clienti. Un ringraziamento particolare va poi all’Amministrazione Comunale che si è dimostrata particolarmente sensibile alle esigenze degli operatori”. L’iniziativa si è conclusa con una degustazione di prodotti tipici del territorio.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*