Turismo Trasimeno, oltre tremila presenze alla Polvese per ferragosto

Ferragosto “low cost” al Lago Trasimeno. Isola Polvese presa d’assalto da visitatori e turisti stranieri. Oltre 3000 le presenze a fine giornata testimoniano il gradimento crescente che l’isola sta registrando in Italia e all’estero. Massiccia anche la presenza di imbarcazioni private. Tante famiglie con bambini al seguito hanno deciso di trascorrere in completo relax il ferragosto nella spiaggia e sui prati circostanti ben curati dal personale della Provincia di Perugja. I turisti hanno apprezzato anche le prelibatezze gastronomiche del luogo: pesce di lago e fagiolina in testa alle richieste. “Anche questa estate il lago Trasimeno e le sue isole – commenta il presidente della provincia di Perugia Marco Vinicio Guasticchi – si conferma meta privilegiata di turisti italiani e stranieri. In particolare sono stato colpito favorevolmente da un perugino che ai microfoni del Tgr regionale ha dichiarato di essere tornato alla Polvese dopo decenni di assenza.

Un segnale positivo che fa ben sperare anche se come e’ ovvio bisogna lavorare tutti insieme per migliorare offerta turistica e ambiente”. “Il gradimento da parte dei turisti per la Polvese – sono le parole del Presidente della Provincia di Perugia, Marco Vinicio Guasticchi – in continua crescita rappresenta un segnale importante per il turismo in uno dei luoghi più suggestivi dell’Umbria, che il nostro Ente ha messo al centro della propria attività di legislatura. Ritengo davvero che possa essere il luogo ideale dove trascorrere le proprie vacanze, week-end compresi”.

Ma anche gli italiani e gli umbri dunque dimostrano di guardare alla Polvese con sempre maggiore interesse. C’è chi tra i perugini ha preso ormai l’abitudine di trascorrervi i caldi week end estivi. Il bello della Polvese è che può essere fruita sotto molteplici forme. L’attuale Amministrazione provinciale, al momento del suo insediamento, l’ha eletta, tra le altre cose, ad “Isola dello sport”, creando le condizioni per potervi praticare discipline diverse come la vela, il kitesurf, il calcio, il podismo, la mauntain bike, il tiro con l’arco. Ma c’è chi giunge alla Polvese per ammirarla in tutto il suo splendore, ovvero come “centro di esperienza ambientale”.

Ed ecco che allora ci si può affidare a preparate guide per effettuare delle visite tra i sentieri dell’Isola, che includono anche l’accesso al Castello, alla Chiesa di San Giuliano e al Giardino delle piante acquatiche (Piscina Porcinai). Per chi volesse trattenersi per più di un giorno è possibile sistemarsi presso l’albergo “La Villa” dotata di 50 posti letto o presso l’Ostello “Fattoria Il Poggio” (70 posti letto) e concedersi così una vacanza completamente “green”.

Del resto, alla modica cifra di 5,60 euro a testa, viaggiando sul “Camelia” (200 posti) o sul “Grifone” (350 posti), anche di notte nel periodo che va dall’11 luglio al 17 agosto, in appena dieci minuti ci si può concedere un deciso stacco dal solito tran tran e un’immersione in un ambiente difficilmente replicabile. Ma con il Ferragosto ormai alle spalle, si pensa già all’invasione successiva, quella che con molta probabilità scatenerà la prossima edizione dell’Isola di Einstein, in programma dal 5 al 7 settembre prossimi, tenendo conto che lo scorso anno l’evento richiamò quasi 6.000 persone.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*