Turismo, Commercio e Imprese, l’Umbria si “apra” alla Russia

Claudio Ricci, attivare Voli Aerei con Mosca e San Pietroburgo

Turismo, Commercio e Imprese, l'Umbria si "apra" alla Russia
Turismo, Commercio e Imprese, l’Umbria si “apra” alla Russia PERUGIA – Il flusso turistico dalla Federazione Russa, e dall’area dell’Est Europa, in Italia ha assunto una notevole importanza anche se si caratterizza, e si distingue dagli altri mercati, per la sua complessità e per il carattere eterogeneo della sua composizione.
Vi che sono in atto evoluzioni geo politiche mondiali nei prossimi anni, anche relazionate alla graduale armonizzazione delle attuali “sanzioni commerciali”, che amplieranno i già ottimi risultati ottenuti, nell’attrarre il turismo dalla Federazione Russa, nella costa adriatica italiana (come in Emilia Romagna).
Si auspica (in una mozione presentata al Consiglio Regionale dell’Umbria) l’elaborazione di una ricerca sulle potenzialità del turismo dalla Federazione Russa in Umbria (nei prossimi 10 anni) nonché un piano di sviluppo e marketing operativo.
Inoltre si dovrebbe, fra i collegamenti aerei anche Low Cost, individuare quelli possibili dall’aeroporto dell’Umbria, in forma “stabile annuale” o “stagionale” (Mosca e/o San Pietroburgo), al fine di attrarre il turismo (anche culturale e religioso) nonché sviluppare forme commerciali e imprenditoriali da e verso l’Italia e l’Umbria.
Claudio Ricci
(Consigliere Regionale).


La Federazione Russa (in russo: Российская Федерация?, traslitterato: Rossijskaja Federacija, ascolta[?·info]), chiamata comunemente Russia, è un Paese transcontinentale che si estende tra l’Europa e l’Asia, il più vasto Stato del mondo con una superficie di 17 098 242 k (per oltre la metà quasi disabitato)

Print Friendly

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*