Terremoto, Guasticchi, evitare fuga turisti Umbria, servono azioni concrete

dire ufficialmente che il terremoto ha coinvolto solo una piccola parte dell'Umbria

Terremoto, Guasticchi, evitare fuga turisti Umbria, servono azioni concrete

“Fuga dei turisti dall’Umbria: è tempo di mettere in atto azioni e atti concreti anche sul versante della comunicazione e promozione per evitare un tracollo del comparto turistico-ricettivo e ripercussioni negative su occupazione e sviluppo economico”. È quanto dichiara il consigliere regionale Marco Vinicio Guasticchi (Pd-vicepresidente dell’Assemblea legislativa dell’Umbria) che annuncia la presentazione di una interpellanza. Per Guasticchi “chi ha competenze in materia e ruoli istituzionali di coordinamento del settore deve dire ufficialmente che il terremoto ha coinvolto solo una piccola parte dell’Umbria, dove peraltro grazie ad un sistema ormai collaudato nel tempo, la Protezione civile e tutte le forze dell’ordine e di soccorso hanno dato una straordinaria e ulteriore prova di efficienza portata ad esempio non solo a livello nazionale ma anche internazionale.

Altrimenti rischiamo che i contraccolpi mediatici danneggino irrimediabilmente il turismo in tutta la regione”.

“Ribadisco – prosegue Guasticchi – solidarietà e vicinanza a tutte le popolazioni umbre e delle regioni limitrofe colpite dal sisma. E riconfermo pieno sostegno all’azione istituzionale e di coordinamento con le altre Regioni ed il Governo portata avanti dalla Presidente della Giunta regionale, Catiuscia Marini, sempre vicina fin dai primi momenti ai cittadini delle zone dell’Umbria che hanno subito danni, fortunatamente solo ad edifici e strutture, attraverso un continuo raccordo con i sindaci e i rappresentanti istituzionali”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*