TERNI: INFORMAZIONI TURISTICHE PERICOLOSE

Informazioni Turistiche Pericolose
Informazioni Turistiche Pericolose
Informazioni Turistiche Pericolose

di Claudio Pace

TERNI (umbriajournal.com) Città che vai, usanza che trovi, cosa pericolosa da non fare, che trovi. A Palermo, città dove sono nato e vissuto fino al termine dei miei studi universitari, tutti sanno, anche i forestieri,  che il problema principale della città è il traffico e che è meglio evitare di rubare le banane …

A Terni invece quello che è davvero pericoloso è chiedere informazioni turistiche sulla città se ci si dovesse trovare per avventura in pieno centro, a Piazza Tacito, all’incrocio tra l’ ononimo corso Tacito e il suo naturale prolungamento, Viale della Stazione, con la via Battisti che proseguendo diventa via Mazzini  … Seguendo l’indicazione del cartello, che di recente è stata piazzato vicino alla fontana in restauro, la “i” che indica come è noto il tourist office, se non si vuole commettere infrazione e si segue il senso unico suggerito, si deve entrare dentro la zona ZTL, che è aperta ventiquattro ore su ventiquattro e che fa immancabilmente ricevere al malcapitato automobilista forestiero, la classica multa prevista dal codice della strada. E’ una questione che ho già invano sollevato in consiglio di circoscrizione, suggerendo di progettare un punto di informazioni proprio nella rotonda di Terni Est. In esso oltre a dare indicazioni anche per la Valnerina e Piediluco si potrebbe, per chi lo richiedesse, dare direttamente l’eventuale permesso necessario per entrare nella zona ZTL, permesso che fino ad oggi si può ottenere solo scomodamente recandosi al CMM o alla sede centrale dei vigili urbani quando il CMM è chiuso. Le Informazioni turistiche pericolose non contribuiscono certo a valorizzare e promuovere il turismo nel nostro territorio.

 

 

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*