Psr, Assessore Cecchini: 300mila euro a soggetti privati per incentivare attività turistiche

Rifiuti, giunta regionale approva certificazione 2015
fernanda-cecchini

PERUGIA – “La Regione Umbria mette a disposizione ulteriori 300mila euro per il potenziamento e la migliore qualità dell’offerta turistica nelle aree rurali, a sostegno degli eventi organizzati da soggetti privati”. Lo sottolinea l’assessore regionale all’Agricoltura, Fernanda Cecchini, rendendo noto che, come anticipato nei giorni scorsi, è stato pubblicato il bando regionale per la concessione degli aiuti previsti dalla misura 313 “Incentivazione di attività turistiche” del Programma di sviluppo rurale per l’Umbria 2007-2013 rivolto a privati che organizzano iniziative per la valorizzazione del territorio e delle sue componenti.

“L’Umbria – sottolinea l’assessore – offre produzioni agricole di qualità e ricchezze paesaggistiche e culturali uniche su cui far leva per lo sviluppo economico e occupazionale delle nostre aree rurali.

Una scommessa che vede impegnati enti pubblici, a cominciare dalla Regione, partenariati pubblico-privati quali le Strade del Vino e dell’Olio e anche operatori privati. È a questi ultimi che ci rivolgiamo con  questo bando, per il quale abbiamo destinato parte delle economie accertate a fronte degli impegni assunti sulla misura 313 della programmazione che si sta concludendo”.

Le iniziative ammesse a sostegno possono essere localizzate su tutto il territorio regionale, con l’esclusione dei centri urbani di Perugia e Terni. Sono ammissibili al sostegno le spese per attività di progettazione e realizzazione di iniziative per la valorizzazione del territorio e delle sue componenti, di supporti promozionali a carattere informativo e pubblicitario quali depliant, guide, cartine, ma anche siti web, cd rom, video, produzioni radiotelevisive e cartellonistiche, delle spese generali e di coordinamento organizzativo dell’iniziativa.

  È previsto un aiuto del 50 per cento rispetto alla spesa ritenuta ammissibile; verrà applicato il regime “de minimis” qualora il beneficiario sia un soggetto economico che svolge attività a scopo di lucro. Il contributo sarà compreso fra un minimo di 5mila e un massimo di 30mila euro.

“Le domande di aiuto – sottolinea l’assessore – devono essere presentate entro il 4 maggio, pena l’irricevibilità, mentre le domande di pagamento da parte dei beneficiari ammessi ai contributi vanno presentate, esclusivamente tramite posta certificata, entro il termine ultimo del 31 luglio 2015, complete di tutta la documentazione necessaria. In caso contrario, poiché l’attuale periodo di programmazione si conclude entro il 31 dicembre 2015, non potrebbe essere garantita la liquidazione degli aiuti”. Il bando è disponibile nel portale istituzionale www.regione.umbria.it nella sezione Bandi.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*