Piano strategico nazionale per il turismo, oggi incontro a Perugia

La missione è procedere per tappe all'elaborazione del piano strategico nazionale per il turismo

Piano strategico nazionale per il turismo, oggi incontro a Perugia

Piano strategico nazionale per il turismo, oggi incontro a Perugia. “L’Umbria è onorata di ospitare la conclusione dei lavori della sessione congiunta del Comitato strategico del turismo in seduta ristretta, costituito al Mibact,   per la stesura conclusiva del Piano strategico nazionale del turismo 2016-2022”: lo ha detto il vice presidente  e assessore al turismo della Regione Umbria, Fabio Paparelli,  aprendo,  a Palazzo Donini,  i lavori del Comitato, alla presenza, fra gli altri, del Direttore generale Francesco Palumbo e del dirigente per le politiche del turismo Francesco Tapinassi del Mibact,  del direttore esecutivo di Enit Giovanni Bastianelli e dei rappresentanti delle Regioni Veneto, Puglia e Piemonte, della Conferenza delle Regioni, di Federturismo, Confcommercio, Assoturismo,  Confesercenti, Federalberghi,  della FiPe, Luigi Rossetti, Dirigente regionale sulla Programmazione, innovazione e competitività dell’Umbria, e Antonella Tiranti, Dirigente regionale Attività produttive, Servizio Turismo Commercio Sport.

La missione è procedere per tappe all’elaborazione del piano strategico nazionale per il turismo che Renzi ha già annunciato ad Aprile a Pietrarza, in occasione degli Stati Generali del Turismo.

Nel piano del governo, che sarà presentato a settembre, vi saranno, oltre alle necessarie integrazioni con le regioni, anche le interconnessioni degli interventi del Miur, del Mise, rispetto alla struttura complessiva che questo piano dovrà avere e che non riguarda soltanto l’impresa turistica, ma è un master nazionale sulla prospettiva del turismo in Italia.

Tutti tecnici delle regioni stanno portando contributi sui temi legati alle visioni, a strumenti d’azione che poi dovranno essere messi in campo. Per la prima volta dopo 40 anni si fa una politica del turismo in Italia.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*