Perugia 1416, Arianna Fioriti prima dama di Porta Sole, Rione avrà i suoi tamburini

Vogliamo far crescere le professionalità da dentro, puntando sui nostri giovani

Perugia 1416, Arianna Fioriti prima dama di Porta Sole, Rione avrà i suoi tamburini
PERUGIA – È
la ventenne Arianna Fioriti di Ponte Felcino la prima dama del Magnifico Rione di Porta Sole, studentessa di comunicazione pubblicitaria che il fine settimana lavora come promoter per una scuola d’inglese. “Mi ritaglio del tempo anche per coltivare le mie due passioni di una vita: il canto e la danza, da quella classica, contemporanea, modern e hip hop. Faccio parte del coro Octava Aurea, un coro lirico con sede a Solomeo. Sono una ragazza con tantissimi hobby, primi tra tutti l’arte e il viaggiare; sono una curiosa nata. Amo la storia e sono quindi molto affascinata dalle rievocazioni storiche…

Spero di essere una dama all’altezza delle vostre aspettative!”. Si è presentata così, ai suoi rionali, nella serata d’elezione che si è tenuta al Castello di Monterone, durante una folta assemblea dei soci presieduta dal Priore, Giuseppe Tufo, alla presenza del Consiglio de Savi, che per l’occasione è stato ripresentato ufficialmente.

A contendersi il podio erano in sette: Arianna Fioriti, Beatrice Aisa, Emanuela Batazzi, Margherita Pace, Maria Cristina Mancini, Valentina Palazzoni.

Il pro console Sonia Gavini ha ripercorso le tappe di costituzione del Rione, dalla nascita a quanto si sta portando avanti in vista dell’edizione numero due di Perugia 1416, in programma dal 9 all’11 giugno prossimi. Un’organizzazione che procede fattivamente, segno che si sta raggiungendo l’obiettivo della manifestazione, ovvero la condivisione di valori espressa tramite la partecipazione attiva da ogni zona del Rione, comprese le frazioni, che si sono fatte avanti per apportare linfa a questa nuova realtà sociale e culturale, che sta già dando i suoi frutti.

Tra le novità, è stato anticipato che il Rione di Porta Sole avrà il suo gruppo di tamburini, composto prevalentemente da genitori e figli, ai quali si sono uniti appassionati di musica. “Il gruppo è composto da 14 elementi – è stato annunciato – con chiarine, tamburi, bombarda ed altre sorprese che suoneranno nel modo più aderente al contesto storico del periodo, grazie al coordinamento del Maestro Vladimiro Vagnetti e la partecipazione volontaria ed entusiasta di valenti musicisti del territorio, come Davide Zucchini, Roberto Pieroni e Marco Bocciarelli”.

Professionalità che crescono all’interno dei confini rionali, da villa Pitignano a Ponte Felcino. Una unione di forze per mettere in piedi una grande squadra, grazie anche al sostegno di artigiani, commercianti e tanti cittadini volontari, che grazie ai propri hobby riescono a far crescere il Rione, a far conoscere le loro radici e le loro potenzialità.

Tra le prossime iniziative in programma c’è quella del 12 maggio, alle 18, a Montelabate: “L’Abbazia di Santa Maria di Valdiponte: le carte raccontano…”, con Silvia Lonzini e Cristiana Sargentini. Una conferenza a cui farà seguito una visita al castello, accompagnata dal proprietario Francesco Capaccioni, e la “cena di campagna”, a cura dell’azienda agricola Fondi Rustici Montelabate (Fondazione Gaslini).

APPUNTAMENTI IN PROGRAMMA

Sabato 22 Aprile, alle ore 16,30 convocazione Assemblea Generale dei soci del Magnifico Rione di Porta Santa Susanna presso l’Oratorio – Auditorium di Santa Cecilia in via Fratti 2, a Perugia, per dar luogo alle votazioni. ELEZIONE DELLA PRIMA DAMA

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*