Unipegaso

Marco Squarta, necessari interventi immediati per comparto turistico

Squarta si domanda “cosa stia facendo Sviluppumbria

Marco Squarta, necessari interventi immediati per comparto turistico

Marco Squarta, necessari interventi immediati per comparto turistico  PERUGIA – La Giunta regionale e Sviluppumbria sono grandi e ingiustificate assenti nell’ambito delle azioni per contrastare i danni indiretti prodotti dal terremoto sul nostro comparto turistico, proprio mentre servirebbero azioni immediate e concrete per evitare la desertificazione turistica dell’Umbria”. Lo afferma il consigliere regionale Marco Squarta (Fratelli d’Italia) criticando “l’immobilismo dell’Esecutivo di Palazzo Donini quanto quello della società partecipata che pure avrebbe, tra i propri obiettivi, ‘la promozione turistica mediante la comunicazione delle unicità e l’attrattività del territorio regionale’”.

Squarta si domanda “cosa stia facendo Sviluppumbria (che evidentemente non impegna le proprie energie per far decollare l’aeroporto regionale) per fare fronte al crollo delle presenze turistiche nelle strutture ricettive dell’Umbria. Alberghi, ristoranti ed esercizi commerciali sono stati messi in ginocchio dal terremoto e dalla disinformazione della stampa nazionale e internazionale.

Gli ultimi dati parlano di un crollo delle prenotazioni tra il 40 e il 50 per cento: in questo modo vengono messi a repentaglio attività economiche e posti di lavoro”. L’esponente dell’opposizione consiliare critica infine la Giunta regionale perché “si è limitata agli spot, senza concretizzare nulla, quando invece dovrebbe chiedere al Governo nazionale l’accoglimento delle richieste delle associazioni di categoria delle imprese del turismo.

Sarebbe necessario prolungare la cassa integrazione in deroga fino al 30 giugno 2017 per il lavoratori del settore; commissionare una imponente campagna di comunicazione e promozione su internet, social media e tv per rilanciare il sistema turistico dell’Umbria; autorizzare la sospensione delle imposte locali e delle tariffe per i servizi pubblici; concedere la possibilità di chiedere la sospensione del pagamento dei muti. La Valnerina e l’Umbria intera aspettando un segnale”.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*