‘Ca’ di Bacco Bio wine e non solo’ va oltre l’evento e diventa app

Letizia Guerri presenta la app Ca' di bacco

Presentata a Città di Castello la nuova applicazione, già scaricabile, per dispositivi Apple – Iniziativa della cooperativa Group Tevere servizi a conclusione di 11 tappe in Umbria

(umbriajournal.com) by Avi News CITTA’ DI CASTELLO – Nato nel 2013 come singolo evento dedicato all’universo del biologico, il progetto ‘Ca’ di Bacco – Bio wine e non solo’ della cooperativa Group Tevere servizi in quest’ultimo anno ha fatto un vero e proprio salto di qualità. Il consueto appuntamento di Passignano sul Trasimeno, in questa terza edizione, si è, infatti, ampliato ad altre dieci tappe andate in scena a luglio, in altrettanti centri dell’Umbria, e si è evoluto fino a divenire una app per dispositivi mobili Apple (iPhone e iPad). A presentare le caratteristiche della nuova applicazione è stata, lunedì 27 luglio, a palazzo Bufalini di Città di Castello, Letizia Guerri di Group Tevere servizi. Presenti all’incontro anche Milena Crispoltoni, assessore a cultura e turismo del Comune di San Giustino, e Roberto Persico, vicesindaco di Montone. Assente per motivi istituzionali, invece, l’assessore al turismo del Comune di Città di Castello Riccardo Carletti.

Obiettivi. “La finalità – ha commentato Letizia Guerri – è quello di promuovere e valorizzare in maniera sempre più efficace il territorio umbro, mettendone in luce le eccellenze enogastronomiche, paesaggistiche e culturali. Oggi, per riuscire ad attrarre un ampio target di persone è necessario affidarsi alle nuove tecnologie e ai nuovi strumenti di comunicazione. E questo, soprattutto, se si vogliono raggiungere le nuove generazioni che sono le principali fruitrici di questo tipo di strumenti, a partire da smartphone e tablet”.

Caratteristiche della app. La pagina d’apertura dell’applicazione, già scaricabile e installabile da alcuni giorni, è costituita da un sommario con quattro voci: ‘Chi siamo’, ‘Programma’, ‘Area espositori’ e ‘Contatti’. “Nella pagina ‘Programma’ – ha spiegato Guerri – mettiamo in rete tutti i nostri eventi, ma anche quelli non organizzati da noi e che interessano comunque le stesse tematiche. Questi diventano così consultabili in modo semplice e veloce. Lo stesso abbiamo pensato di fare per le aziende. Nella pagina ‘Area espositori’ stiamo cercando di realizzare una vetrina e un e-commerce dedicato a imprese, in particolare del settore vitivinicolo, e operatori turistici. Ma ci può essere spazio anche per gli enti pubblici locali. Vogliamo far passare questo messaggio: siamo un territorio a portata di click”.

Bilancio di Ca’ di Bacco 2015. L’incontro di Città di Castello è servito anche per fare un bilancio delle undici iniziative messe in campo con Ca’ di Bacco. Partito da Passignano sul Trasimeno a fine maggio, incentrato essenzialmente sugli aspetti enogastronomici, il progetto ha toccato poi Castiglione del Lago, Isola Polvese, Paciano, Montefalco, Monte Santa Maria Tiberina, Citerna, Narni, Montone, Città di Castello e San Giustino. “Siamo estremamente soddisfatti – ha dichiarato Guerri – sia per il grande interesse da parte delle amministrazioni comunali sia per l’elevato numero di presenze. La app è ora la base su cui lavorare per la prossima edizione. Il nostro è un progetto in continuo divenire, in particolare nel campo dei collegamenti con i mercati esteri, e già dal prossimo anno contiamo di introdurre ulteriori novità”.

Nicola Torrini

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*