Assisi, turismo low cost per famiglie

tURISTA-cartoon(UJ.com3.0) ASSISI – Assisi, Turismo per Famiglie Low Cost, senza Tassa di Soggiorno. I luoghi di San Francesco, nel tempi di Papa Francesco, si stanno caratterizzando, cita il Sindaco Claudio Ricci, per la loro “ampia accoglienza” sostenuta anche dalla “non applicazione della tassa di soggiorno”. Infatti la prossima settimana la Giunta Comunale definirà il bilancio 2013 (relatore Moreno Massucci) e nel documento contabile, proprio per sostenere il turismo, famiglie e commercio, non sarà applicata la tassa si soggiorno, non sarà applicata alcuna addizionale IRPEF (posta a zero), fra i pochi casi italiani, e non saranno aumentate tariffe e trasporti scolastici (e la IMU sulla casa sarà ridotta, rispetto al parametro minimo 4, al 3.75).

 

Anche alcune mostre sono gratuite come quella in corso antologica su Norberto (con quasi 500 fra sculture e opere) e un flusso di visitatori che sta superando i 500 al giorno (in media). Ma, ultimo aspetto importante (confermato da un +14% di turismo nei primi tre mesi del 2013), con un grato ringraziamento a Diocesi e Famiglie Francescane, anche in tutte le Basiliche, Santuari, Chiese e Cattedrali, che includono veri e proprio musei con opere d’arte e oltre 20.000 metri quadrati di affreschi, da cui si erge l’arte pittorica europea, si “accede liberamente”. Un impegno importante, conclude il Sindaco Claudio Ricci, di “tutta la città e le categorie”, e insieme dobbiamo continuare a migliorare lo “spirito di accoglienza” con un equilibrato e giusto rapporto fra qualità e prezzi nelle strutture ricettive, bar, ristoranti e servizi, lavorando sul “valore, reale e percepito, dell’ospitalità” e, quindi, attivando il passa parola “fisico e telematico”.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*