Volo Alitalia soppresso, forse sì, forse no, fateci sapere eh…

Regione, nessuna conferma su soppressione volo Perugia Fiumicino

Volo Alitalia soppresso, forse sì, forse no, fateci sapere eh...

Volo Alitalia soppresso, forse sì, forse no, fateci sapere eh…

Aeroporto, Regione, nessuna conferma su soppressione volo su Roma da Alitalia Le notizie apparse sulla stampa che ipotizzano la definitiva soppressione dei voli Perugia-Fiumicino non trovano al momento conferma ufficiale da parte di Alitalia: lo comunica la Giunta Regionale dell’Umbria per iniziativa dell’Assessorato ai Trasporti,  sulla base delle informazioni raccolte dalla SASE  s.p.a.  la quale ha fatto presente che, al momento,  Alitalia ha  previsto la sostituzione  dei voli su Fiumicino con servizi su gomma dal 1 al 10 aprile,  mentre  risultano ancora in vendita quelli  in data successiva.

   La Regione Umbria, che detiene una partecipazione della SASE tramite la propria controllata Sviluppumbria,  segue con la massima attenzione l’interlocuzione attualmente in corso tra la società di gestione dell’aeroporto e la compagnia guidata da Luca Cordero di Montezemolo all’esito della quale potranno essere formulate ipotesi più precise circa il futuro della rotta.

Le proposte volte all’incentivazione della tratta Perugia-Fiumicino , unitamente a quelle delle altre tratte,  sono state oggetto di recenti incontri   tra gli amministratori della società SASE e la Presidente della Giunta Regionale Catiuscia Marini e gli Assessorati interessati.   All’esito delle previste convocazioni del C.d.A e la successiva assemblea dei soci della società SASE  sarà possibile adottare, da parte della compagine sociale,  le più opportune iniziative per  garantire la permanenza della rotta Perugia-Fiumicino e realizzare lo sviluppo di nuovi voli sullo scalo regionale.

 

++ STRADE COME MULATTIERE, NESSUN TRENO AD ALTA VELOCITÀ, AREOPORTO IN DISMISSIONE, UMBRIA DIMENTICATA ++

Pubblicato da Marcello Migliosi su Venerdì 25 marzo 2016

Volo Alitalia soppresso

4 Commenti su Volo Alitalia soppresso, forse sì, forse no, fateci sapere eh…

  1. Davvero un peccato. Avevo provato già qualche mese fa il collegamento, partendo da Monaco di Baviera (con ritorno). Molto comodo, sopportabile l’attesa a Fiumicino, incommensurabile il vantaggio di non dover fare check-in o controlli nell’aeroporto moloch di Roma. Il tutto ad un ottima tariffa complessiva. Ma l’aereo per e da Perugia era vuoto oltre il 50 per cento…Adesso ho un altro volo AZ Monaco-Perugia-Monaco prenotato da tempo (e pagato) per i primi di giugno. Sono in attesa di capire/sapere cosa succederà. Alla peggio, “arprenderò ‘l busse”. Ma sarà l’ultima volta che mi fregano. Dopo i tagli, dolorosi, della Ryanair, hanno annunciato che Lufthansa ripristinerà da metà maggio il collegamento con Monaco di Baviera. Lo scorso anno i due voli piazzati piuttosto male durante la settimana non mi risulta siano stati un successo. Quest’anno il volo sarà soltanto alla domenica. Ancora peggio! Mi domando chi avrà interesse a usufruirne. Non certo il viaggiatore business, nè il turista. Nè servirà a molto che ad agosto ce ne sarà uno anche al giovedì. Per il turismo tedesco verso l’Italia agosto è un mese assolutamente insignificante (troppo caldo, da noi). I voli turistici hanno senso solo se coprono, dal venerdì al sabato/domenica, le esigenze del week-end e quelli business verso un hub come Monaco devono essere posizionati almeno di lunedì. Peccato, sembra proprio che Perugia e l’Umbria non possano mettere le ali. Ma di soldi ne sono stati spesi, eccome!

  2. È’ uno scandalo questo volo era fondamentale per lavorare in Italia !! Spero che non sia vero per un professionista era fondamentale !! Facciamo una marcia da Perugia a Santegidio per difendere il nostro aereoporto !! Sono pronto un saluto Gianluigi rosi

  3. È’ uno scandalo questo volo era fondamentale per lavorare in Italia !! Spero che non sia vero per un professionista era fondamentale !! Facciamo una marcia da Perugia a Santegidio per difendere il nostro aereoporto !! Sono pronto un saluto Gianluigi rosi

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*