Strade, assessore Chianella, tre milioni di euro per investimenti

riguarderanno su infrastrutture regionali e provinciali

Strade, assessore Chianella, tre milioni di euro per investimenti

Strade, assessore Chianella, tre milioni di euro per investimenti  PERUGIA –   Ammontano complessivamente a tre milioni di euro i contributi agli investimenti assegnati dalla Giunta regionale, su proposta dell’assessore alla viabilità Giuseppe Chianella, nell’ambito del Piano degli investimenti sulle infrastrutture per la mobilità. “Le risorse – ha detto l’assessore – sono state ripartite territorialmente,  secondo criteri stabiliti che tengono contr, tra l’altro dell’estensione della rete viaria e  della popolazione. Verranno finanziarti,   per un importo complessivo di 2 milioni 670 mila euro,  per circa il 70 per cento interventi prioritari su strade regionali e per la restante quota su strade provinciali, così come segnalati dalle Province di Perugia e Terni. In particolare nella provincia di Perugia oltre un milione 200 mila euro serviranno per interventi di manutenzione straordinaria su strade regionali e 554 mila euro su strade provinciali. In provincia di Terni 624 mila euro interesseranno interventi su strade regionali e 230 mila euro su quelle provinciali.

Ulteriori 330 mila euro sono stati assegnati, come contributo agli investimenti, ai Comuni di Polino, Gubbio e Magione”.  In particolare 40 mila euro sono sati assegnati   al Comune di Polino per i lavori di “Miglioramento viabilità Piazza G. Marconi per accesso al Centro Storico”, a completamento dell’intervento di riqualificazione della Piazza i cui lavori, previsti nel PUC 3, sono in via di ultimazione, per un costo complessivo di 50 mila euro.

Novantamila euro andranno al Comune di Gubbio per l’intervento di “Riqualificazione urbana (manutenzione straordinaria) di via Concioli”, con il riutilizzo del sistema dei vicoli per itinerari pedonali verso il centro storico, per un costo complessivo di 100 mila euro. Infine 200 mila euro di cofinanziamento è stato assegnato al Comune di Magione per l’intervento di sistemazione e completamento della viabilità in corrispondenza dello svincolo del raccordo autostradale Perugia – Bettolle in località Bacanella di Magione,  per un importo complessivo di euro 1.046.199,04. Lo svincolo rappresenta pertanto uno dei punti più importanti di accesso alla rete primaria della regione ed alla zona del lago Trasimeno, servita a mezzo della SR 599 e del proseguo della SR 75 bis,  con elevata valenza sia ai fini dei flussi turistici, del trasporto pubblico e delle merci.

“Si tratta di una consistente mole di finanziamenti che, seppure in un quadro di mancati trasferimenti statali – ha aggiunto Chianella -, consentirà di intervenire su infrastrutture che versano in condizioni di criticità e che svolgono un ruolo importante per i  collegamenti nel territorio. Nonostante le enormi difficoltà finanziarie e l’azzeramento dei trasferimenti statali per una rete stradale di nostra proprietà che attualmente è di oltre 950 km di estensione,  come Regione abbiamo comunque garantito alle Province risorse per la realizzazione di interventi di manutenzione straordinaria e somme urgenze per circa 17 mln di euro nel corso degli ultimi anni, ma con un flusso nettamente inferiore a quello precedente e necessario.

Si sono dunque moltiplicate le segnalazioni alle Province sulla necessità di provvedere in vari tratti della rete, a manutenzioni straordinarie, a causa del cattivo stato di superfici stradali, barriere, segnaletica, aree contigue alla strada, tutti elementi che hanno riflessi diretti sulla sicurezza della circolazione.

Con il bilancio dell’esercizio 2016 – ha concluso l’assessore – abbiamo dunque messo a disposizione questi finanziamenti per far fronte alle più immediate necessità di interventi di investimento sulle infrastrutture,  in attesa e con l’auspicio di poter assicurare in futuro, per alimentare i capitoli di spesa destinati alla manutenzione del demanio stradale, un flusso di risorse più strutturato e costante nei prossimi anni che consenta una programmazione pluriennale di interventi”.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*