Perugia, Carmine Camicia propone abolizione photo-red e speed check

Speed check sperpero denaro pubblico, Cristina Rosetti, scatole vuote

La III commissione consiliare respinge con voto di astensione l’ordine del giorno presentato dal consigliere Carmine Camicia finalizzato all’abolizione dei 12 photo-red esistenti sul territorio comunale e dei speed check presenti ancora lungo le strade del capoluogo umbro.

“Con molto dispiacere “- afferma il consigliere – si prende atto che l’attuale maggioranza, rinnegando 10 anni di contestazione e di lotta contro le amministrazioni di centrosinistra finalizzate a far rimuovere i photo-red in quanto gli stessi avevano creato un conflitto con la città e che il loro utilizzo, oltre a far rimettere denaro alle casse comunali, era inutile anche sotto l’aspetto della sicurezza; si rende noto che attualmente le contravvenzioni per violazione al Codice della strada e non pagate sono pari a 38 milioni e 500 mila euro. Tale importo è in giacenza all’agenzia di riscossione Equitalia che a sua volta ha chiesto all’amministrazione comunale, per tale servizio e solo per il 2014, 30 mila euro.”

“Per quanto riguarda gli speed check” conclude Camicia “nel ritenere inutile la loro funzione, e forse anche l’illegittimità dell’acquisto, invierà a breve un esposto alla Corte dei Conti al fine di far verificare le spese sostenute per l’acquisto e la messa in opera degli speed check inefficienti dal lontano 2008”

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*