“No ticket no parti”, senza biglietto non viaggi, parola di Ferrovie dello Stato

Trasporto pubblico e pendolari, Claudio Ricci chiede potenziamento linee ferroviarie

Anche quest’anno, in occasione della Festa del Primo maggio, il Gruppo FS Italiane intensificherà i controlli antievasione, nel rispetto delle migliaia di passeggeri che, pagando regolarmente in biglietto, in questi giorni sceglieranno il treno per i loro spostamenti lungo la Penisola.

Prosegue così la campagna “No ticket, no parti” (avviata nel 2008) che promuove l’acquisto di biglietti di andata e ritorno in anticipo rispetto alla partenza e prevede un servizio di controllo prima dell’accesso a bordo del treno.

L’invito è rivolto, in particolare, a quanti intendono raggiungere Roma in treno per partecipare al tradizionale Concertone di piazza San Giovanni.

Un impegno, quello di FS, che dura 365 giorni all’anno, in coordinamento con il servizio di Polizia Ferroviaria. Il personale ferroviario, inoltre, è impegnato quotidianamente da un lato per allontanare dai treni i viaggiatori privi di biglietto e denunciare quanti tentano di eludere i controlli; dall’altro per ridurre progressivamente i disagi agli altri viaggiatori e i danneggiamenti ai treni.

Aggiornamenti in tempo reale sull’andamento del traffico ferroviario e ogni altra notizia utile sono diffuse da FSNews Radio, sul web e in 400 stazioni e da @fsnews_it, il profilo Twitter del Gruppo. Notizie anche sul sito web fsnews.it, il quotidiano online di FS Italiane.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*