L’aeroporto dell’Umbria una risorsa per il centro Italia

Nella mattinata di oggi, venerdì 19 settembre, presso l’aeroporto “San Francesco d’Assisi” si è tenuto un incontro tra i vertici della SASE, i rappresentati istituzionali (Sindaci ed Assessori) dei Comuni di Chianciano, Chiusi, Montepulciano, Sinalunga, Torrita di Siena, Sarteano e Città della Pieve ed operatori privati del settore turistico.

L’idea di una collaborazione, mossa dalla necessità di alcune istituzioni di rilanciare il turismo nei territori del senese, era nata nei mesi scorsi, e dopo i primi contatti oggi si è svolto l’incontro che ha permesso di dettare alcune linee guida per possibili future sinergie.

Lo scalo umbro, grazie al raccordo Perugia – Bettolle, rappresenta l’aeroporto di riferimento per i territori della Valdichiana e della Val d’Orcia, e l’auspicata collaborazione potrebbe aprire nuove ed importanti opportunità di sviluppo del turismo per un importante area che prescinde dai confini regionali.

L’obiettivo principale è quello di individuare nuovi mercati da collegare al “San Francesco d’Assisi”, su cui effettuare un lavoro di promozione turistica congiunta e proporre pacchetti ed itinerari mirati, che permettano al viaggiatore di vivere l’esperienza del viaggio in maniera “esclusiva”, tra le eccellenze più conosciute e le bellezze più nascoste che Umbria e Toscana possono offrire.

“E’ necessario sfruttare tutte le sinergie possibili, auspicando il coinvolgimento di ulteriori realtà – e’ stato ribadito dal Presidente SASE Mario Fagotti – per aprire con sempre maggior forza i nostri territori ai principali mercati europei”.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*