Aeroporto dell’Umbria: il 14 giugno riparte il volo Perugia – Olbia

DA SX Farabbi, Sabatino, Boecklin, Stefancic e Togninidi Luana Pioppi

(UJ.com3.0) PERUGIA – “Dall’inizio dell’anno ad oggi abbiamo incrementato il numero dei passeggeri di circa il 10%  rispetto il 2012, speriamo di continuare così e di andare in controtendenza con il trend nazionale che si attesta ad una diminuzione di circa il 4%”. È quanto ha dichiarato Piervittorio Farabbi, direttore Sase, nel corso della conferenza stampa indetta questo pomeriggio presso l’aeroporto internazionale “San Francesco d’Assisi” per presentare il ripristino del collegamento aereo tra Perugia ed Olbia, operato dalla compagnia italiana Skybridge Airops, che si riattiverà per il periodo compreso tra il 14 giugno e l’8 settembre 2013.

I voli partiranno da Perugia il venerdì – novità di quest’anno – (ore 12) e il sabato (ore 9). Previsto il rientro da Olbia il venerdì (ore 18,20) e la domenica (ore 19,40). Resterà invariato, rispetto il 2012, il prezzo del volo. Il costo del biglietto di partenza, comprensivo di tasse e bagaglio in stiva, sarà di 165,10 euro mentre quello di ritorno 163,63 euro. Lo scorso anno sono stati quasi 10mila i passeggeri che hanno usufruito del servizio. Oltre al volo per Olbia prenderà il via, dal prossimo 5 giugno, il volo per Bucarest, operato da Wizz Air.

Alla conferenza stampa erano presenti anche Giuseppe Sabatino, direttore generale di Skybridge, da Dubravka Stefancic, amministratore delegato di Skybridge, Arnoldo Boecklin, direttore tecnico di Skybridge, ed Alessia Tognini, responsabile rapporto con i clienti e vendite di Skybridge.

“Per il terzo anno consecutivo – ha affermato Giuseppe Sabatino – siamo presenti a Perugia con un volo su Olbia e con la novità che si potrà partire pure di venerdì. Lo riproponiamo con la speranza di poter operare anche con un aeroplano di 109 posti, modello Fokker 100, dedicato soprattutto alle esigenze di voli charter nel territorio. Attualmente l’aeromobile, con base manutentiva a Perugia, viene impiegato anche nella programmazione di charter religiosi in partenza da altri aeroporti italiani”.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*