Trasimeno balneabile, Legambiente dice sì, ma restano criticità

TRASIMENO – “E’ assolutamente vero, il Lago Trasimeno, così come quello di Piediluco, sono balneabili – scrive nella nota Legambiente Umbria rispondendo al comunicato stampa pubblicato ieri dai giornali del Sindaco Batino e di Arpa Umbria – ma le analisi del laboratorio mobile di Goletta dei Laghi, che ha fatto tappa nel mese di Luglio in Umbria, ha riscontrato che ci sono delle criticità che dipendono da problemi già noti a tutti, al sistema depurativo, ma possono essere imputabili anche alla presenza di allevamenti zootecnici intensivi. Questi problemi, localizzati alle foci dei fossi, non mettono in secondo piano le eccellenze e la balneabilità del Trasimeno e quindi la sicurezza dei bagnanti: il lago fortunatamente gode di buona salute anche grazie al recupero dei livelli idrici.”

“I rilievi del laboratorio mobile di Legambiente – continua l’associazione ambientalista – non si sostituiscono a quelli degli enti istituzionalmente competenti, ma vogliono integrarli con una fotografia puntuale e accendono spie su alcuni problemi che sarebbe bene che il Sindaco Batino non sottovalutasse, ma anzi si rimboccasse le mani per risolvere”.

Per quanto riguarda la Guida Blu e le vele, che ogni anno Legambiente e Touring club assegnano alle località marine e lacustri, sintetizzano in maniera visibile un’analisi e una valutazione complessa fatta su oltre 100 indicatori non riconducibili esclusivamente al criterio della balneabilità. Vi concorrono indicatori relativi alla qualità dell’ambiente, alla qualità delle spiagge, alla gestione dei rifiuti, all’integrità del paesaggio rispetto alla pressione edilizia e ai flussi di traffico, e altri specificatamente inerenti alla qualità dell’accoglienza turistica, dai servizi ricettivi con etichette ambientali certificate alla mobilità sostenibile, alla gestione dei luoghi di interesse culturale e o naturalistico.

“Quindi nessuna contraddizione nelle valutazioni – ribatte Legambiente Umbria – il Sindaco dovrebbe essere contento se la Guida Blu, pubblicata e redatta ormai da 14 anni e che è considerata da molti turisti italiani e stranieri una mappa autorevole di orientamento per la scelta delle proprie vacanze, ha riconfermato anche quest’anno le 5 vele al Comune di Tuoro e 4 vele a quelli di Castiglione del Lago, di Passignano e Magione, perché tra i laghi italiani sicuramente il Trasimeno è un’eccellenza”.

“Le bordate scomposte di Batino sono assolutamente ingiustificate – conclude Legambiente Umbria – con Goletta dei Laghi la nostra associazione non cerca nè pubblicità o nè visibilità, ma intende sollecitare sindaci, amministrazioni e organi competenti alla salvaguardia dell’ambiente e degli ecosistemi lacustri”.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*