Unipegaso

TODI, “CI SALVERANNO GLI CHEF”, INCONTRO SU SISTEMA AGROALIMENTARE ITALIANO

Istituto Agrario Todi
Istituto Agrario Todi
Istituto Agrario Todi

(umbriajournal.com) TODI – “Ci salveranno gli chef” è il provocatorio titolo del terzo appuntamento di “Libri in campo”, la rassegna promossa dall’Istituto Agrario di Todi, in occasione dei suoi 150 di vita, su agricoltura, alimentazione e sostenibilità, temi che saranno peraltro il cuore di “Expo 2015: Nutrire il Pianeta”.

Martedì 18 febbraio, alle ore 11, nell’Aula Magna della Cittadella Agraria, i futuri periti agrari avranno modo di ascoltare da Denis Pantini di Nomisma e da Alessandra Moneti dell’Agenzia Ansa, autori dell’omonimo libro, degli interventi sull’evoluzione del sistema produttivo del food & beverage italiano e sul contributo che questo offre al Pil e alle esportazioni, il tutto nell’ambito del fenomeno dell’affermazione della cucina italiana nel mondo e delle opportunità che offre per il sistema agroalimentare nazionale.

Il dibattito con gli studenti del “Ciuffelli” sarà moderato dal giornalista Sandro Capitani, conduttore su Radio Rai del programma “La terra: dal campo alla tavola”. L’incontro sarà un’occasione per riflettere su come negli ultimi anni gli chef, che prima erano chiusi nelle loro cucine, abbiamo invaso gli schermi televisivi e le pagine dei giornali, viaggiando al contempo per il mondo e finendo per essere segnalati sulle guide internazionali più importanti, tanto da diventare i principali ambasciatori delle produzioni alimentari italiane.

Quello con “Ci salveranno gli chef” è il terzo dei sei incontri del cartellone di “Libri in campo”, iniziato con Alessandra Nucci e il suo “Perterra, coltivare il valore del cibo” e proseguito con “Capra & Cavoli” di Sandro Poggianti. I prossimi appuntamenti vedranno proseguire il dibattito con “Il mestiere più antico del mondo” di Antonio Leotti (4 marzo); “Ti racconto la terra” di Giusi D’urso (18 marzo) e “La terra che vogliamo” di Beppe Croce e Sandro Angiolini (1 aprile).

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*