TK–AST Terni, De Sio (FD’I), “Piccolo spiraglio sospensioni azioni multinazionale”

Alfredo De Sio
Alfredo De Sio
Alfredo De Sio
“Se l’obbiettivo è quello di avere tempo affinché si trovino soluzioni completamente diverse al piano presentato, la sospensione fino al 4 settembre delle azioni annunciate dalla multinazionale può rappresentare un piccolo spiraglio”. Così il consigliere regionale Alfredo De Sio (Fratelli d’Italia), dopo l’annuncio della sospensione del piano annunciato dalla ThyssenKrupp, torna nuovamente sulla vertenza delle acciaierie, convinto che “tutte le istituzioni, a cominciare dal Governo nazionale, devono approcciarsi con lo spirito di chi alza il livello della propria indisponibilità al piano presentato da Thyssen Krupp, chiedendo in ogni sede e soprattutto in Europa, il rispetto dei presupposti che erano alla base della messa in vendita delle acciaierie ternane e degli impegni a salvaguardare il ruolo di eccellenza e strategia produttiva rappresentato dallo stabilimento ternano.

“In queste ore concitate dove si è manifestata la dura mobilitazione dei lavoratori e la solidarietà comune e compatta di tutte le forze politiche, sindacali e delle istituzioni – scrive ancora De Sio – l’unica certezza è il presupposto che ogni passo successivo ad oggi deve essere orientato ad azioni concrete senza più accettare schemi bizantini dei quali non c’è alcuna necessità”. Per De Sio, “la presidenza italiana del semestre europeo rappresenta un elemento di forte interlocuzione, dove le posizioni di partenza della multinazionale non possono rappresentare alcuna base per il confronto. Un’azione decisa e definitiva quindi – conclude -, dove una rinnovata autorevolezza dell’Italia, sia il perimetro dove imporre una visione completamente diversa per salvare e rilanciare il ruolo dello stabilimento di Terni ed il futuro della siderurgia nazionale”.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*