Terni, Tk-Ast: azienda, secondo forno e titanio non sono in discussione

Il funzionamento del secondo forno produttivo dell’Ast non è in discussione, né lo smantellamento totale della lavorazione di titanio. Lo ha detto la direzione del personale dell’acciaieria nel corso degli incontri avvenuti nelle ultime ore con le rsu. L’azienda – spiegano le rsu – in una nota, ha anche affermato che non sono previsti nuovi incentivi all’esodo dei dipendenti e nuove assunzioni. Dal confronto, dicono le rsu, si sono registrate “distanze sostanziali” rispetto al pagamento del conguaglio del premio variabile e dell’interpretazione in materia di orario di lavoro, per la quale è ancora attivo il percorso con l’Ispettorato del lavoro. Forte perplessità esprimono le rsu “rispetto alla politica aziendale relativa al contenimento dei costi, visto il sempre più continuo ricorso ai contratti di collaborazione”. Le rsu annunciano infine che la settimana prossima è prevista una valutazione generale con segreterie provinciali per “definire i percorsi da intraprendere”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*