Terni e in Umbria, per le Acciaierie una “Public company”

Ast, ingegner Antonio Bufalini lascia il suo incarico
Ast, ingegner Antonio Bufalini lascia il suo incarico

A seguito delle notizie apparse sulla stampa locale, inviamo una breve descrizione del progetto della Public Company. Vogliamo evitare ogni strumentalizzazione politica con l’obiettivo di illustrare il progetto della public company ad azionariato popolare che, nello specifico, vuole permettere a tutti gli attori la possibilità di adottare uno strumento innovativo ed attuale e dare la possibilità a tutti i cittadini, ternani ed umbri, di sentirsi ancora più vicini al “bene” più caro, l’Acciaieria. Il Comitato Promotore Cosa è la Public Company È una nuova società ad azionariato diffuso, costituita da tanti piccoli azionisti e finalizzata, nel nostro caso, a facilitare la ricerca di una soluzione condivisa con l’attuale proprietà, con il Governo italiano, conla Cittàe con i lavoratori di Terni per la salvaguardia, la sopravvivenza e lo sviluppo dell’Acciaieria di Terni. La public company denominata TAS – Terni Acciai Speciali e Fucinati S.p.A. avrà un capitale sociale iniziale di 1.000.000 di euro diviso in num. 2.000 azioni del valore di 500 euro cadauna.

La Public Company è la risposta e la dimostrazione che Terni vuole dare al Governo ed alla multinazionale Thyssenkrupp di voler condividere tutte le problematiche, in quanto non si tira indietro ma anzi investe per difendere il bene più prezioso, il proprio lavoro, l’Acciaieria, il suo rilevante know-how ed il suo prestigio commerciale. La Publiccompany si propone di affiancare la Thyssenkrupp nel processo di cessione e ricerca di nuovi partner industriali e commerciali interessati al rilancio del sito produttivo ternano. Gli obiettivi e le finalità sono quelli di garantire il futuro del sistema AST, mediante una nuova società alleata a partner industriali e commerciali in grado di sfruttare le sinergie in essere per soddisfare ed implementare il mercato italiano, europeo e mondiale.

Come viene gestita la Public Company e quali sono gli obiettivi La prima Assemblea Costituente della Nuova Società nominerà il Consiglio di Amministrazione, che potrà essere composto fino ad un massimo di 7 membri, ed il Collego Sindacale, organo di controllo. Al Consiglio di Amministrazione verrà demandata la gestione e l’organizzazione della Società nell’ambito dei programmi e del piano strategico previsto.

Gli obiettivi principali del Piano Strategico possono così sintetizzarsi: – Mantenimento del sito produttivo integrato ( acciaieria, linee a freddo, fucinati, tubificio) – Potenziamento della struttura commerciale italiana ed estera – Mantenimento dei livelli occupazionali, sia interni che dell’indotto – Nuovi investimenti per Potenziamento Linee a freddo, Ambiente, Ricerca e Sviluppo, Verticalizzazioni sul territorio – Intervento del Fondo Strategico Italiano/Cassa Depositi e Prestiti e ricerca Nuovi Partner internazionali – Eventuale quotazione in Borsa. Si prevede in particolare lo sviluppo di attività di settore dell’indotto che completino la gamma di produzioni, e di favorire la verticalizzazione sul territorio dei prodotti in acciaio inossidabile. L’intervento del Governo italiano e della Cassa Depositi e Prestiti

Nell’ambito degli obiettivi del nostro Piano rientrano alcuni aspetti legati all’intervento delle istituzioni e del Governo Italiano, ed in particolare: a. supportare la proposta della Public Company utilizzando le potenzialità della Cassa Depositi e Prestiti ed in particolare del Fondo Strategico Italiano b. completare la realizzazione di alcune infrastrutture: completamento della superstrada Orte-Civitavecchia, dove mancano solo 18 km per favorire un collegamento diretto e veloce; potenziamento del sistema ferroviario per trasporto merci; c. rivedere il costo dell’Energia elettrica, alla luce anche dei benefici derivanti sia allo Stato che alla Regione dalla produzione a Terni di energia idroelettrica a basso impatto ambientale.

Come si sottoscrivono le azioni della Public Company Il Comitato Promotore ha depositato presso il Notaio Clericò il Programma di Costituzione per pubblica sottoscrizione della Nuova Società. Tale Programma prevede la raccolta di adesioni da parte di nuovi azionisti mediante la sottoscrizione di num. 2.000 azioni del valore di 500 euro cadauna per un capitale sociale totale di euro 1.000.000.

Chiunque è interessato alla sottoscrizione può farlo presso il Notaio Clericò mediante un versamento minimo di 125 euro che è pari al 25% del valore di 1 azione da 500 euro. Possono essere sottoscritte anche più azioni. Al momento della sottoscrizione dovrà essere infatti versato il 25% del valore nominale del numero di azioni sottoscritte, pena la decadenza della sottoscrizione.

Il versamento del capitale sottoscritto dovrà essere effettuato in contanti o con assegno non trasferibile intestato alla costituenda società. Gli assegni resteranno depositati presso il comitato Promotore. Le somme raccolte vengono accantonate fino alla costituzione definitiva della Nuova Società che avverrà nel momento in cui tutte le 2.000 azioni previste dal Programma verranno sottoscritte.

Nel caso in cui la Società non fosse costituita le somme versate verranno restituite ai sottoscrittori da parte del Comitato Promotore. Si possono sottoscrivere le azioni presso il Notaio Clericò in Terni, Corso Tacito, 111 dal lunedì al venerdì dalle ore 10.00 alle ore 12.00 e dalle ore 16.00 alle ore 19.00, esclusi i festivi.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*