SUL MERCATO NAZIONALE ARRIVA IL NUOVO SOLAIO IN LATERIZIO ANTISISMICO

Fornaci Briziarelli Marsciano presenta il nuovo solaio antisismico Ortosap
Fornaci Briziarelli Marsciano presenta il nuovo solaio antisismico Ortosap

(umbriajournal.com) by Avi News PERUGIA – Innovazione e tradizione. È il binomio vincente di Fbm, Fornaci Briziarelli Marsciano, azienda leader nel settore del laterizio in Umbria, con alle spalle 100 anni di attività e di esperienza, che l’ha portata a brevettare un nuovo solaio in laterizio bidirezionale “Ortosap”. Un brevetto rivolto a tutti, privati e aziende, che arriva sul mercato nazionale dopo un anno di studi e di ricerca, grazie anche alla collaborazione con l’Università degli Studi di Perugia, e la cui particolarità è la sua applicazione al tradizionale solaio in laterocemento che migliora la progettazione statica e antisismica delle strutture portanti. Un nuovo prodotto targato Fbm, quindi, che “arriva in un momento di grande difficoltà, soprattutto in un settore, quale quello dell’edilizia, che ha sofferto più di tutti, e che rappresenta oggi un segnale positivo per imprenditori e istituzioni”. È il pensiero che è emerso durante la presentazione di “Ortosap”, che si è tenuta a Perugia, mercoledì 30 ottobre, nella sede di Confindustria Umbria, e condiviso da tutti i presenti. L’incontro, che ha avuto come titolo “La migliore soluzione per la progettazione antisismica con solaio in laterizio”, percorre la strada tracciata già nel 2008 dal decreto ministeriale per una perfetta modulazione delle dimensioni del solaio e della distribuzione dei carichi sugli elementi portanti, ripensando le consolidate tecnologie tradizionali alla luce delle più moderne acquisizioni tecniche. Tanti gli ospiti che hanno preso parte all’appuntamento a partire da presidente e vicepresidente di Fbm, rispettivamente Vincenzo Briziarelli e Gianni Meneghini, fino ai padroni di casa, Umbro Bernardini e Aurelio Forcignanò, rispettivamente presidente e direttore di Confindustria Umbria. Presenti anche Massimo Calzoni, presidente regionale di Ance (Associazione nazionale costruttori edili), Paolo Vinti e Roberto Baliani, rispettivamente presidente Ordine degli architetti, pianificatori, paesaggisti e conservatori e Ordine degli ingegneri della provincia di Perugia, Gianfranco Chiacchieroni, presidente della II Commissione consiliare permanente alle attività economiche e governo del territorio dell’Umbria, Roberto Bertini, assessore al controllo costruzioni e protezione civile della Provincia di Perugia, e Luigi Carlantoni, presidente Andil (Associazione nazionale degli industriali dei laterizi). Tra i relatori, inoltre, anche esperti e tecnici del settore, tra cui Marco Mezzi, docente di costruzioni e tecnica delle costruzioni in zona sismica alla facoltà di ingegneria dell’Università degli Studi di Perugia, Stefano Biondini dello studio di ingegneria Biondini & Corradi associati, e Rocco Di Palma, responsabile ufficio tecnico Fbm. “In questo momento bisogna guardare avanti, andare oltre la crisi – ha detto Bernardini -, so perfettamente che non è semplice, ma Fbm ha dimostrato che è possibile, portando alla luce un prodotto innovativo frutto di ricerca”. Anche per Chiacchieroni il messaggio di speranza è di guardare avanti. “Oggi presentiamo un nuovo sistema – ha sottolineato il consigliere Chiacchieroni – che trasmette a tutti noi un segnale di fiducia”. “Parlare di innovazione è molto importante – ha invece ribadito Bertini -, soprattutto in un settore in cui bisogna fare tanto per mettere in sicurezza le nostre case e i nostri palazzi. A questo è necessario aggiungere prevenzione e risorse per avere maggiori benefici”. “In un momento come questo riuscire a dare delle soluzioni migliori per la progettazione antisismica – ha dichiarato il presidente Briziarelli – è di straordinaria importanza. Per noi rappresenta un passo avanti che testimonia come la nostra azienda si misura nella crisi e si rinnova, puntando su innovazione e guardando al futuro”.

 

Rosaria Parrilla

 

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*