Il sindaco Batino attacca Legambiente sui dati di balneabilità: nel mirino anche la tv ARD

I comuni del Lago Trasimeno si uniscono, la firma il 12 luglio
Il lungolago castiglionese
Il lungolago castiglionese
Il lungolago castiglionese

(umbriajournal.com by AKR) – CASTIGLIONE DEL LAGO – «E’ ora di dire basta alle informazioni distorte e ingiustamente dannose sul Trasimeno!». Il sindaco di Castiglione del Lago Sergio Batino chiede con forza un comportamento più corretto sul continuo rimbalzo contraddittorio di notizie relative alla balneabilità del lago Trasimeno in piena stagione turistica. «Legambiente cerca di farsi pubblicità con continue conferenze stampa e comunicati con i quali prima si assegnano 5 e 4 vele a diverse spiagge del nostro lago e poi si presenta una situazione di inquinamento che è frutto di monitoraggi e campionamenti fatti presso gli scarichi fognari e i fossi, cosa che non corrisponde ai criteri scientifici riconosciuti come corretti e con i quali si può poi definire la balneabilità di mari e laghi. Come chiaramente spiegato dall’Arpa Umbria in un comunicato pubblicato dai quotidiani di oggi, il giudizio di balneabilità delle acque e della loro qualità ambientale vengono espressi dagli organi preposti con precise modalità, modalità che, sottolinea l’Arpa, non corrispondono a quelle impiegate da Legambiente. In questo modo si danneggia il comparto turistico proprio nel pieno della stagione». L’Arpa ribadisce che i continui controlli fatti nel 2014 in diversi punti del Trasimeno non hanno evidenziato alcuna criticità da un punto di vista microbiologico, portando alla classificazione “eccellente” delle acque di balneazione del bacino.

Intanto la Giunta comunale, il prossimo lunedì, delibererà il conferimento di un incarico esplorativo a quattro giovani legali del territorio, al fine di approfondire e valutare se vi siano i presupposti per eventuali azioni civili e penali verso i responsabili del servizio televisivo andato in onda qualche settimana fa sull’emittente pubblica tedesca ARD: si tratta del servizio sulla pista ciclabile nel quale si affermava, tra l’altro, il totale inquinamento del lago e l’assenza di impianti di depurazione degli scarichi civili.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*