SI È APERTO A PERUGIA IL FORUM REGIONALE ‘PAESAGGIO GEOGRAFIA 2014’

Forum regionale Paesaggio geografia
Forum regionale Paesaggio geografia
Forum regionale Paesaggio geografia
Forum regionale Paesaggio geografia

(umbriajournal.com) by Avi News PERUGIA – “Il paesaggio italiano sta negli occhi, nella mente, nella memoria, nell’anima di tutto il mondo. Nelle più grandi opere, nei romanzi e nella pittura. Esiste come marchio il paesaggio italiano: è il nostro paesaggio”. È citando Roberto Benigni, che a sua volta commentava l’articolo 9 della Costituzione, che Alberto Naticchioni, amministratore unico della Scuola umbra di amministrazione pubblica, ha introdotto il convegno ‘Paesaggio e geografia: luoghi, identità e appartenenza’ che si è svolto a Perugia, martedì 6 maggio. Un incontro, primo di una serie di sette, con il quale si è aperto il forum regionale ‘Paesaggio e geografia 2014’, promosso da Regione Umbria e la stessa Villa Umbra per sensibilizzare le istituzioni ai vari livelli, la società civile e le organizzazioni private al valore del paesaggio e coinvolgere attivamente i cittadini su questo tema in vista dell’approvazione del Piano paesaggistico regionale. “Il paesaggio – ha spiegato Ambra Ciarapica, dirigente del servizio paesaggio, territorio, geografia della Regione Umbria, illustrando le finalità del forum – sta progressivamente acquisendo centralità nelle politiche di governo del territorio. Da un lato dobbiamo custodire i valori del nostro paesaggio come eredità storica, identitaria e culturale. Dall’altra, però, dobbiamo garantire anche delle forme di trasformazione. Non sempre questi interessi convergono. Governare il paesaggio significa anche gestire questi conflitti, smussare certi tipi di resistenze e andare verso un superamento di politiche incentrate prevalentemente su vincoli”. “Per una Regione come la nostra, che punta alla qualità e all’accoglienza turistica – ha affermato Silvano Rometti, assessore all’ambiente e alle politiche del territorio della Regione Umbria, intervenuto anch’egli ai lavori –, tutela e valorizzazione del paesaggio sono elementi imprescindibili. Abbiamo già preadottato la prima parte del Piano paesaggistico che sarà lo strumento unico di pianificazione paesaggistica dell’intero territorio regionale. Questi momenti di confronto servono a creare un atteggiamento culturale diverso e a coinvolgere i cittadini nelle decisioni che le istituzioni dovranno prendere”. Durante il convegno è stato anche presentato il nuovo sito web umbriapaesaggio.regione.umbria.it che si va ad affiancare a umbriageo.regione.umbria.it, strumento, questo, per accedere all’infrastruttura geografica dei dati territoriali e ambientali della Regione. “Il sito – ha spiegato Annalisa Doria, coordinatore dell’area organizzazione delle risorse umane, innovazione tecnologica e autonomie locali della Regione Umbria, presente al convegno – è uno degli interventi più significativi che abbiamo voluto promuovere e sviluppare all’interno del Piano digitale, nell’ambito della missione di miglioramento della vita, del contesto urbano e, quindi, anche di tutela del paesaggio. È un progetto volto a comunicare con ancora maggiore forza i temi che stiamo trattando”. Si sono poi registrati gli interventi di Renzo Maseroli, responsabile del settore geodetico dell’Istituto geografico militare, e dei docenti universitari Cristina Papa, Franco Farinelli, Biancamaria Torquati, Francesco Musotti e Doretta Canosci. Nel corso della giornata si è tenuta anche la tavola rotonda ‘Strategie per il paesaggio regionale umbro’. Il convegno è stata inoltre l’occasione per premiare i vincitori del concorso fotografico per scuole e under 30 ‘L’Umbria e i suoi paesaggi-strutture identitarie’ a cui hanno partecipato sessantuno scuole umbre con oltre cinquecento foto.

 

Nicola Torrini

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*