Scuola, inaugurazione anno scolastico a Perugia

Scuola, inaugurazione anno scolastico a Perugia
Scuola, inaugurazione anno scolastico a Perugia

Scuola, inaugurazione anno scolastico a Perugia
La Sala Rossa di Palazzo dei Priori ha fatto da cornice, questa mattina, alla conferenza stampa di inaugurazione del nuovo anno scolastico 2015/2016. Una stagione “particolare”, perché quest’anno l’Amministrazione Comunale ha deciso di attivare alcune iniziative con l’obiettivo di far riscoprire ai bambini e ragazzi perugini l’identità, la storia e le radici della città.

L’Assessore Dramane Waguè ha aperto l’incontro di oggi, sottolineando che nell’ultimo anno di legislatura Giunta, Dirigenti e strutture comunali hanno portato avanti un intenso lavoro di squadra che ha consentito di raggiungere importanti risultati.

Tuttavia l’Amministrazione non ha alcuna intenzione di fermarsi qui, perché la prospettiva futura deve essere quella dell’ulteriore miglioramento per il bene degli studenti.

Dunque si punta a rafforzare l’amore per Perugia, il senso di appartenenza alla città: “i nostri giovani – ha infatti sostenuto Waguè – hanno bisogno di riappropriarsi di Perugia, perché loro saranno i nostri “ambasciatori” del futuro”.

Ecco quindi l’idea di organizzare tantissime iniziative, di concerto con le numerose associazioni presenti sul territorio, per riscoprire le radici dei vari quartieri del Capoluogo, ma anche per attrarre turisti e semplici visitatori.

Nel contempo non mancheranno interventi manutentivi nel campo dell’edilizia scolastica e di sostegno all’attività formativa, secondo un programma ormai avviato da tempo. In quest’ottica – ha annunciato l’Assessore – cambieranno le modalità esecutive: “saranno le scuole a scegliere i progetti più adatti alle proprie attività e poi il Comune interverrà con specifici contributi necessari per alleggerire gli oneri a carico delle famiglie.

Il tutto con l’obiettivo di migliorare l’offerta scolastica e contribuire a rafforzare quei valori che rappresentano un deterrente nei confronti dei fenomeni del degrado, dell’insicurezza e della criminalità diffusa”.

Alla conferenza stampa ha presenziato anche il Sindaco Andrea Romizi. “Quella di oggi è una presentazione speciale – ha sostenuto – perché parliamo di quelli che sono i nostri cittadini preferiti, i ragazzi, ossia coloro che dovranno garantire alla nostra società un futuro migliore. Per questo l’attenzione dell’Amministrazione Comunale su questo versante è massima”.

Romizi ha riconosciuto di essere rimasto molto colpito dalla frase (di Goethe) che l’Amministrazione ha scelto per accompagnare l’apertura del nuovo anno scolastico: “Qualunque cosa tu possa fare o sognare di poter fare, incominciala. L’audacia ha in sé genio, potere e magia. Incomincia adesso”.

Si tratta, infatti, di inviare ai giovani un preciso messaggio, che devono osare, con coraggio, sempre. Il Primo Cittadino ha espresso, inoltre, soddisfazione per le risposte che in questi giorni stanno arrivando da famiglie e ragazzi all’Amministrazione alle lettere inviate dal Comune, a conferma di un legame tra Istituzioni e Città che si rafforza di giorno in giorno.

Va in questo senso la visita ai vari plessi scolastici da parte di rappresentanti della Giunta e del Consiglio Comunale in occasione del primo giorno di scuola in programma lunedì prossimo. Il Sindaco, ad esempio, sarà a Mugnano e Fontignano ove visiterà anche la tomba del Perugino. Il senso dell’iniziativa è confermare la vicinanza del Comune di Perugia ai ragazzi. In ogni caso le visite – ha aggiunto Waguè – continueranno per tutto il corso dell’anno, al fine di poter accogliere proposte, suggerimenti, progetti da parte di ragazzi, famiglie ed operatori.

Romizi è però andato oltre. “Quest’anno, in occasione dell’inaugurazione della stagione scolastica, vogliamo rivolgere uno sguardo attento alla nostra storia, perché Perugia ha un’identità unica che va riscoperta e fatta propria. Le radici, per quanto ogni territorio abbia le sue peculiarità, sono le stesse in tutta Perugia e vorremmo che questo senso di appartenenza venisse recuperato sempre più”.

Il Sindaco, infine, ha confermato che il Comune sta lavorando alacremente sul tema della scuola, pianificando con attenzione tutti gli interventi che si stanno rendendo necessari nei vari plessi. A breve, ad esempio, partirà la ristrutturazione della scuola di Mugnano, l’ultimo plesso danneggiato dal terremoto. Ma operazioni di manutenzione saranno avviate in tutta la città senza dimenticare alcun quartiere. “Su un punto posso fornire garanzie assolute: ciò che non è mai mancato e ciò che mai mancherà è il nostro impegno”.

L’Assessore Teresa Severini ha evidenziato che, come da programma di mandato, l’attenzione dell’Amministrazione nei confronti della storia della città è significativa, perché la stessa rappresenta uno strumento per la diffusione della conoscenza ed è fonte di cultura.

“Per tali ragioni vogliamo iniziare questo percorso partendo dai nostri bambini; non a caso abbiamo chiesto ai vari istituti di inserire nel programma didattico la storia del territorio e della città di Perugia”. L’obiettivo finale, secondo il pensiero dell’Assessore, non è solo quello di realizzare una conoscenza più diretta delle tappe storiche fondamentali che hanno contraddistinto il passato di Perugia, ma anche favorire un colloquio intergenerazionale nelle famiglie.

“Occorre conoscere i luoghi simbolo di Perugia e questo patrimonio va necessariamente trasmesso ai nostri giovani; questo progetto per l’Amministrazione rappresenta un’assoluta priorità”.

All’incontro di oggi hanno partecipato anche i dirigenti del Comune Dott.ssa Roberta Migliarini, Dott. Pierluigi Zampolini e Ing, Ivana Moretti., nonché il Presidente della Pro Loco di Fontignano “P.Vannucci” Claudio Fortunelli. Quest’ultimo ha voluto ringraziare l’Amministrazione per aver riservato, nell’ambito della presentazione dell’anno scolastico, uno spazio alle iniziative fortemente volute dalla Pro Loco. Si tratta della prima edizione del Palio delle Fonti (con contestuale corteo storico) che si è tenuta a Fontignano il 29 e 30 agosto. Non a caso alla conferenza stampa di oggi hanno partcipato alcuni figuranti in abiti medioevali.

A margine della conferenza stampa ed in relazione al Palio delle Fonti sono stati presentati ufficialmente due prodotti tipici, studiati proprio per la rievocazione storica andata in scena ad agosto nella frazione perugina, ossia il “torcolo del Perugino” ed il “Pan dolce delle Fonti”.

A descriverli è stata l’antropologa alimentare Marilena Badolato che, nel corso del suo intervento, ha posto l’accento sui tantissimi luoghi storici di Fontignano, dalla famosissima tomba del “Perugino” Pietro Vannucci, alle quattro fonti fino all’Hospedale, luogo di accoglienza per i viandanti.
Il torcolo del Perugino nasce dalle tradizioni proprie di Perugia, perché tale dolce è da sempre presente sulle tavole delle famiglie (si pensi a quello di San Costanzo o alla Ciaramicola) grazie alla passione delle nonne.

Dunque l’anno scolastico 2015-2016 parte con grandi prospettive e con un’attenzione massima rivolta a tutti i plessi scolastici. L’Assessore Waguè ha riferito che le priorità d’intervento già individuate dalla Giunta sono Ponte Pattoli e Fontignano. Nel contempo proseguiranno gli interventi su tutti i plessi scolastici grazie a tre azioni combinate: manutenzione, servizi associati, cantiere.

Scuola

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*