SANGEMINI, RAGGIUNTO L’ACCORDO CON NORDA

Lavoratori Sangemini (4)Nella tarda serata di sabato 1 marzo, presso la sede di Confindustria Terni, è stato raggiunto e sottoscritto l’accordo sindacale tra il Gruppo Sangemini, Norda Spa e le Organizzazioni Sindacali di Flai Cgil, Fai Cisl e Uila Uil. Dopo oltre dodici ore di trattativa, si è giunti ad un accordo che prevede la riassunzione di 95 dipendenti con contratto a tempo indeterminato nella nuova società costituita da Norda che si chiamerà SANGEMINI ACQUE. Per i lavoratori che resteranno al di fuori della newco, è prevista l’apertura della cassa integrazione. Sono anche previsti percorsi di accompagnamento alla pensione per quei soggetti che potranno maturare il diritto tramite la mobilità. L’accordo prevede anche l’apertura della cassa integrazione per i lavoratori assunti nella newco, per un massimo di trenta dipendenti con il meccanismo della rotazione.

Per quanto riguarda il trattamento economico, per i 95 assunti verranno garantiti i diritti acquisiti e il mantenimento del ccnl dell’industria alimentare, mentre per il salario variabile si dovrà sottoscrivere un nuovo accordo di secondo livello. Tutto il personale che resterà in capo alla procedura, avrà un diritto precedenza alla riassunzione nella newco per un periodo di 48 mesi, qualora se ne creassero le condizioni economiche e produttive. Inoltre verranno messe in campo tutte le soluzioni di politiche attive del lavoro volte alla riqualificazione del personale in capo alla procedura. Una particolare attenzione è stata rivolta alla vicenda Sangemini Fruit, con l’impegno formale di Massimo Pessina a promuovere quanto prima un incontro con la Presidente della Regione e con gli assessori competenti, al fine di individuare congiuntamente un percorso condiviso, volto a traguardare una soluzione definitiva per i 23 lavoratori della Fruit, che in questo momento restano al di fuori del perimetro della newco. Domani l’accordo verrà sottoposto al voto dei lavoratori. Le OO.SS. di Flai Cgil, Fai Cisl e Uila Uil danno un giudizio positivo dell’accordo nel suo complesso, anche se resta ancora da definire il percorso per tutti lavoratori che non verranno riassunti, e per questo sollecitano fina da ora un confronto con le istituzioni al fine di seguire passo passo tutte le fasi successive all’approvazione dell’accordo da parte dell’assemblea dei lavoratori.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*