Rifiuti: M5S, Giunta Umbria chiarisca su Pietramelina

Vicenda Gesenu, comitato di Pietramelina sono anni che sostiene quanto dice Rossetti del M5S
Discarica Pietramelina

“La Giunta regionale dell’Umbria chiarisca se la discarica di Pietramelina debba considerarsi definitivamente chiusa, come più volte promesso alla popolazione, o si intende continuare a riempirla di tonnellate e tonnellate di materiale come lascia intendere il suo inserimento nell’adeguamento del Piano regionale dei rifiuti”. Lo chiedono, con una interrogazione urgente con risposta in Seconda Commissione,
i consiglieri regionale del Movimento 5 Stelle Andrea Liberati e Maria Grazia Carbonari.

Nell’atto ispettivo gli esponenti dell’opposizione consiliare ricordano che “la discarica di Pietramelina, destinata a rifiuti solidi urbani e assimilabili, è stata aperta nel 1984 nella zona nord del comune di Perugia, al confine con i Comuni di Gubbio e di Umbertide. Il Piano rifiuti del 2009
– sottolineano – la considerava un sito ‘in esaurimento’, che non poteva essere ampliato in superficie né in volume”.

Liberati e Carbonari ricordano che “il 25 settembre 2013, dopo numerosi incontri in accordo con la popolazione del luogo, il Comune di Perugia ha dichiarato chiusa la discarica. Ciò nonostante, nell’adeguamento del Piano regionale dei rifiuti approvato dalla Giunta nel marzo 2015 la discarica di Pietramelina viene considerata come una discarica ancora a disposizione del sistema regionale di smaltimento”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*