Programma i-Start 2015: nuovo bando per l’innovazione delle aziende umbre

Il 14 aprile sarà pubblicato l’avviso “i-Start” 2015 per la realizzazione di progetti di innovazione da parte di “cluster” di imprese. Il programma “i-Start”, da diversi anni, supporta le aziende umbre nell’intero processo dell’innovazione e nell’individuazione di soluzioni comuni a gruppi di imprese (cluster).

Nell’edizione 2014 sono state coinvolte 225 imprese umbre, raggruppate in 69 cluster. In questa edizione dell’avviso sono presenti due linee di intervento: l’Azione 1 Progetti di innovazione per cluster di piccole e medie imprese; l’Azione 2 Progetti di innovazione per cluster di imprese artigiane.

Il Programma i-Start 2015 è gestito da Sviluppumbria Spa che, a seguito della fusione per incorporazione di Umbria Innovazione Scarl, ne ha assorbito tutte le funzioni.

Soggetti destinatari. Azione 1 (cluster pmi): pmi aventi sede legale e/o operativa nel territorio della regione Umbria ed operanti nei settori dell’industria, dell’artigianato, del commercio, del turismo e dei servizi così come identificati sulla base della classificazione delle attività economiche Ateco 2007.
Azione 2 (cluster Artigiani): imprese artigiane aventi sede legale e/o operativa nel territorio della regione Umbria e operanti nel settore dell’artigianato, in possesso della qualifica artigiana, iscritte all’Albo imprese artigiane ed identificate sulla base della classificazione delle attività economiche Ateco 2007.

Dotazione finanziaria: le risorse pubbliche disponibili rese disponibili dall’avviso ammontano complessivamente a 546.639,34 euro.
Le imprese facenti parte dei cluster i cui progetti saranno valutati ammissibili e finanziabili, dovranno contribuire finanziariamente alla realizzazione dei progetti di innovazione per una percentuale minima pari a: Azione 1 (cluster pmi): 40%; Azione 2 (cluster Artigiani): 30%.

Spese ammissibili: sono ammissibili tutte le spese per la consulenza finalizzate alla realizzazione delle diverse fasi del progetto. I consulenti devono essere obbligatoriamente iscritti alla “Lista aperta dei consulenti qualificati della Regione Umbria” gestita da Sviluppumbria.

Presentazione della domanda: le imprese interessate a partecipare ai progetti di innovazione per cluster dovranno inviare la domanda di partecipazione secondo il modello dell’avviso; unitamente alla domanda dovrà essere allegata la documentazione come richiesto nell’avviso.

Le domande dovranno essere inviate esclusivamente tramite pec all’indirizzo: sviluppumbria@legalmail.it indicando in oggetto: “Avviso i-Start 2015 – Azione 1 PMI” oppure “Avviso i-Start 2015 – Azione 2 Artigiani”.

Scadenza avviso: le domande dovranno pervenire entro le ore 24 del 15 maggio 2015.
Come nelle precedenti edizioni del Programma “i-Start”, saranno organizzati seminari pubblici di presentazione delle modalità di adesione all’avviso, al termine dei quali le imprese potranno prenotare incontri personalizzati per verificare la fattibilità delle proprie idee progettuali alla luce dei requisiti richiesti dall’avviso stesso. Maggiori informazioni sull’organizzazione degli incontri saranno rese disponibili sul sito www.sviluppumbria.it.

L’avviso e la modulistica sono disponibili sul sito internet www.sviluppumbria.it.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*