Primo appuntamento con “Verso la società del riciclo”

foto 5 (2)(UJ.com3.0) PERUGIA – “Riciclare conviene” questo è quanto emerso all’unisono dal convegno “Riduco, riuso, riciclo” che ha aperto la prima edizione di “Verso la società del riciclo”, promosso da il Coordinamento Regionale Rifiuti Zero dell’Umbria in questo week end al Chiostro dell’ex convento di San Domenico (Corso Cavour – Perugia).

Con i ragazzi dell’ex ITAS Giordano Bruno di Perugia, una tavola rotonda ricca di ospiti esperti dei temi ambientali, coordinati dal giornalista della trasmissione radiofonica “Caterpillar”, Massimo Cirri.

“Verso una legge rifiuti zero – questo l’obiettivo perseguito dall’omonimo coordinamento regionale di cui ha parlato Massimo Piras, coordinatore nazionale legge Rifiuti Zero – per una nuova Europa del riciclo, che mira alla totale chiusura di discariche e inceneritori entro il 2020”.

“Riciclare conviene perché ci permette di risparmiare energia, inquinare meno e di conseguenza vivere meglio e più a lungo” – i vantaggi del riuso illustrati tecnicamente da Federico Valerio, chimico ambientale, che in un excursus ha fornito tutti i numeri relativi ai bilanci ambientali, avvalorando la tesi che la legge rifiuti zero non è un’utopia.

Si è parlato anche di “bio-rifiuti”, che secondo Alberto Confalonieri, della Scuola Agraria del Parco di Monza, rappresenta oggi la percentuale maggiore di rifiuto urbano prodotto. Un dato: in Italia nel 2009 sono state trattate 3,7 milioni di tonnellate di riufiuti organici in circa 300 impianti.

Il compostaggio è una tecnica di recupero degli organici che nel nord del nostro paese sta consolidando un primato importante.

Nel panorama del riciclo, si è poi affacciato anche Salvatore Benvenuto, fondatore di “Te lo regalo se vieni a prenderlo”, gruppo facebook che ha all’attivo 150 mila utenti in tutta Italia, di cui 2000 in Umbria. Secondo il meccanismo “cerco” e “offro”, l’obiettivo è quello di favorire uno sviluppo sostenibile (ambientale, sociale ed economico) basato sul concetto della gratuità.

L’iniziativa “Verso la società del riciclo” proseguirà anche oggi (ore 10.30) con il convegno dal titolo “Dalla TIA alla TARES, passando per la TARSU”, con l’Assessore all’ambiente del Comune di Capannori (uno dei comuni più ricicloni d’Italia) e Umberto Gianolio, della cooperativa E.R.I.C.A.. Un dibattito che affronterà il tema del costo della gestione dei rifiuti, anche alla luce della nuova TARES, convinti che si possa e debba al più presto procedere all’adozione di una tariffa puntuale, secondo il principio chi più inquina paga.

Presenti inoltre numerose associazioni del territorio umbro operanti nel settore del riciclo e del riuso, che metteranno in mostra alcuni progetti legati proprio a questi temi. Non mancheranno momenti di divertimento sia per grandi che per piccini. Dalle ore 16 alle 18 il Chiostro ospiterà l’iniziativa per bambini “Tondo come il mondo”, per imparare divertendosi. Dalle ore 16 alle 19, Swap Party – Baratto con stile!, una vera e propria festa dello scambio, dove divertirsi a scambiare, barattare tutto ciò che non si usa più o che non si è mai usato! Un’occasione per imparare il valore dello scambio, capire che ogni oggetto può avere nuova vita, che tutto può essere riutilizzato, che tutto può essere scambiato per limitare lo spreco e l’accumulo di rifiuti. Sarà l’oggetto ad essere la moneta di scambio. Oltre a una divertente esperienza di commercio alternativo, lo swap è soprattutto una sensibilizzazione di ognuno all’attenzione al consumo. Oggetto di scambio saranno abiti, accessori uomo/donna/bambino, libri, fumetti, cd e dvd.

“Verso la società del riciclo” rappresenta per il Coordinamento Regionale Rifiuti Zero, composto da ben 14 associazioni che operano su tutto il territorio umbro, una tappa importante di un cammino unitario verso obiettivi condivisi in materia di gestione dei rifiuti.

Tutto ciò in un’ottica di superamento dei campanilismi e delle difese dei singoli territori a favore di una visione complessiva, così come vuole il piano regionale, che già da molti mesi il Coordinamento ha chiesto di adeguare alla normativa europea e alla strategia Rifiuti Zero; una strategia dimostratasi vincente in molte realtà, anche italiane e di cui Alessio Ciacci , assessore all’ambiente del Comune di Capannori porterà una concreta testimonianza.

Di fronte alla sordità delle istituzioni regionali e comunali, il Coordinamento non demorde e con questa manifestazione si propone di riaffermare, “carte alla mano”, che tanto e bene si può fare in una materia che vede l’Umbria ancora molto indietro sul piano della RD e sempre in cima alle classifiche in termini di costi per i cittadini del servizio di gestione dei rifiuti.
In occasione della manifestazione inizierà anche in Umbria la raccolta firma per la proposta di legge di iniziativa popolare “Rifiuti Zero”.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*