Presentato Progetto Laboratorio meccatronico a Foligno

Ernesto Cesaretti, Presidente Confindustria Umbria
FOLIGNO – È un vero piacere portare oggi il saluto di Confindustria Umbria. Lo faccio senza nascondere l’orgoglio della nostra Associazione per aver contribuito a raggiungere questa importantissima tappa di un percorso in cui abbiamo creduto fin da subito. Confindustria ha puntato sin dall’inizio, con grande forza e determinazione, su questi percorsi di formazione post diploma terziaria non universitaria, cogliendone immediatamente le potenzialità sia per i giovani che per le imprese. Da quando, nel dicembre 2010, abbiamo promosso la costituzione della Fondazione ITS insieme alla Provincia di Perugia, l’Università degli Studi, l’Istituto Tecnico Alessandro Volta di Perugia, Sistemi Formativi Confindustria Umbria e la Renzacci Spa, sono stati fatti decisivi passi in avanti. Sono stati anni caratterizzati da un grande e convinto investimento che Confindustria Umbria ha ritenuto doveroso portare avanti coinvolgendo proprie risorse umane, finanziarie e tecniche. Da subito, infatti, abbiamo compreso che il progetto formativo ITS avrebbe portato alla creazione di scuola partecipata dalle aziende e, proprio per questo motivo, dimensionata e finalizzata ai quei fabbisogni di competenze specialistiche tante volte manifestati dai nostri imprenditori e speso così difficili da reperire sul mercato del lavoro.

Ci è stato da subito chiaro, inoltre, come tutto questo avrebbe potuto rispondere alle pressanti e legittime richieste di occupazione provenienti dai nostri giovani. Oggi, constatare che al nucleo originario dei Fondatori si sono aggiunte altre Associazioni, tutti gli Istituti tecnici della regione e numerose imprese, rappresenta un chiaro segnale della condivisione che si è potuta costruire intorno al Progetto ITS che – aspetto a cui riconosciamo un grande valore e significato – rappresenta un esempio virtuoso di sinergia regionale che ha saputo superare anche le inevitabili pulsioni localistiche. In questi anni l’ITS si è saputo far apprezzare per le qualità della didattica e per gli ottimi risultati occupazionali, e molti soggetti hanno deciso di aderirvi sia per poterne condividere i risultati che per contribuire al suo ulteriore sviluppo.

Testimonianza di ciò è il fatto che al primo biennio Meccatronico si sono oggi aggiunti gli indirizzi “Sistema casa”, “Agroalimentare”, “Biotecnologie” e, a breve, anche il percorso sull’Internazionalizzazione che presumibilmente verrà lanciato nell’autunno 2015. La presentazione odierna del Laboratorio di Meccatronica dell’ITS è stata resa possibile dalla sinergia – di forze e intenti – che hanno saputo realizzare soprattutto la Regione Umbria, la Consulta delle Fondazioni delle Casse di Risparmio Umbre, l’Università degli Studi, Sviluppumbria e lo stesso Comune di Foligno, insieme a tutti i Soci dell’ITS ed al sistema di rappresentanza delle imprese.

Un ringraziamento particolare va alla Consulta delle Fondazioni delle Casse di Risparmio Umbre, poiché, senza ombra di dubbio, è grazie al suo fondamentale contributo finanziario che il progetto potrà essere realizzato. Validiamo oggi, in definitiva, un modello che, proprio per rimanere in tema, crediamo davvero che farà scuola. Siamo assolutamente convinti, e lo siamo stati dalla prima ora, che l’ITS possa, con grande merito, esprimere quel percorso trasversale di aggregazione delle migliori risorse del territorio, in grado di garantire percorsi formativi di qualità. Siamo certi che il Laboratorio Meccatronico dell’ITS, oltre a costituire una palestra indispensabile per allenare i giovani allievi, può rappresentare anche una importantissima occasione per dimostrare che, quando le risorse che il nostro territorio può esprimere non vengono disperse in tante inutili iniziative, ma concentrate là dove operano qualità e competenza, si possono conseguire risultati ambiziosi ed a volte anche difficilmente immaginabili a priori. Con questa consapevolezza, auguro all’ITS ed al nuovo Laboratorio di Meccatronica sempre nuovi successi.

[dvider]

LABORATORIO MECCATRONICO ITS BREVE DESCRIZIONE
Il Laboratorio Meccatronico, che verrà realizzato con il contributo della Consulta delle Fondazioni delle Casse di Risparmio Umbre, si colloca nell’ambito delle iniziative gestite dall’Istituto Tecnico Superiore dell’Umbria, volte a supportare la formazione tecnica post-diploma e a soddisfare i fabbisogni di competenze specialistiche espressi dalle imprese. La sede del laboratorio sarà collocata in tre siti industriali tra quelli disponibili presso le strutture di Sviluppumbria, situate nella zona industriale Paciana di Foligno. Dal punto di vista tecnologico il laboratorio vedrà il conferimento di quattro macchine a controllo numerico da parte di tre aziende del territorio: OMA SPA – Officine Meccaniche Aeronautiche; NCM SPA – Numerical Control Manufacturing e Costruzioni Meccaniche Castellani. Oltre alla dotazione suddetta, dedicata alle lavorazioni meccaniche, il laboratorio sarà dotato anche di una sezione didattica per la robotica e di una postazione polifunzionale di automazione Nell’ottica delle nuove tecnologie produttive sarà inoltre acquisita una stampante 3D per portare a conoscenza gli allievi dell’ “Additive Manufacturing”. Come in tutte le aziende, anche nel laboratorio ITS sarà prevista una sala controllo e metrologica e un ufficio tecnico di progettazione. Il Laboratorio assumerà pertanto la forma di una vera e propria azienda a scopo didattico e costituirà il campo di applicazione pratica per eccellenza dell’Istituto Tecnico Superiore ma, allo stesso tempo, sarà a disposizione del territorio, inteso come scuole e/o imprese, che vorranno utilizzarlo per la formazione dei propri allievi e/o del proprio personale.

[divider]

Saluto Mauro Agostini – direttore Sviluppumbria

Per Sviluppumbria- Agenzia Multifunzione della Regione Umbria- si tratta di un operazione importante e di grande prospettiva che centra due degli obiettivi strategici affidati dalla Regione Umbria all’agenzia e da questa tradotti in linee operative:

superare l’esperienza ormai datata degli incubatori di impresa, che ha caratterizzato le passate stagioni degli strumenti a supporto dello sviluppo locale, riprogettandone il ruolo attraverso la messa a disposizione delle proprie strutture per ospitare servizi di alta formazione orientati a soddisfare le esigenze espresse dal mondo produttivo regionale e vocati a diventare punti di riferimento a livello anche nazionale;

promuovere  lo sviluppo economico locale attraverso un nuovo approccio al partenariato pubblico-privato in grado di attivare sistemi di finanziamento innovativi.

Il laboratorio di meccatronica – collocato in tre siti industriali tra quelli disponibili presso le strutture di Sviluppumbria, situate nella zona industriale Paciana di Foligno- assumerà la forma di una vera e propria azienda a scopo didattico e costituirà il campo di applicazione pratica dell’Istituto Tecnico Superiore (Its).  Nello stesso tempo, sarà a disposizione del territorio, inteso come scuole o imprese, che vorranno utilizzarlo per la formazione dei propri allievi o del proprio personale.

Il Laboratorio Meccatronico  è realizzato con il contributo della Consulta delle Fondazioni delle Casse di Risparmio Umbre  in collaborazione con Sviluppumbria, Regione Umbria e con l’ampio partenariato pubblico- privato dei membri fondatori dell’ITS (Ance Perugia, CNA Umbria, Collegio dei geometri e geometri laureati della provincia di Perugia, Confagricoltura Umbria, Confindustria Umbria, Istituto Tecnico Tecnologico Statale “A. Volta” Perugia, Provincia di Perugia, Renzacci SpA, SFCU Sistemi formativi Confindustria Umbria, Università degli Studi di Perugia). Dal punto di vista tecnologico il laboratorio vedrà il conferimento di quattro macchine a controllo numerico da parte di tre aziende del territorio: OMA SPA – Officine Meccaniche Aeronautiche; NCM SPA – Numerical Control Manufacturing e Costruzioni Meccaniche Castellani.

Oltre alla dotazione suddetta, dedicata alle lavorazioni meccaniche, il laboratorio sarà dotato anche di una sezione didattica per la robotica e di una postazione polifunzionale di automazione industriale.

Nell’ottica delle nuove tecnologie produttive sarà inoltre acquisita una stampante 3D per portare a conoscenza gli allievi dell’ “Additive Manufacturing”.

Come in tutte le aziende, anche nel laboratorio ITS sarà prevista una sala controllo e metrologica e un ufficio tecnico di progettazione.

Coerentemente con  la missione dell’ITS – scuola di specializzazione post-diploma finanziata dal MIUR, dalla Regione Umbria e da imprese private che nasce con l’obiettivo di formare giovani “super tecnici” da inserire nel mondo del lavoro valorizzando le peculiarità del territorio e rispondendo, di conseguenza, al fabbisogno di profili tecnici proveniente dal sistema delle imprese e delle professioni- il laboratorio di Meccatronica si colloca presso la sede di Sviluppumbria di Foligno anche per supportare l’adiacente polo dell’aerospazio  e contribuire al rafforzamento della vocazione regionale all’innovazione fortemente sostenuta dalla Regione Umbria  e dalla sua Agenzia Multifunzione.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*