Perugia, promozione dell’Umbria, regione-fondazione Italia Cina, firmato accordo

FirmaRegioneConAssItaliaCina-3290PERUGIA – Favorire lo sviluppo di progetti condivisi che mirano alla promozione della Regione Umbria in Cina in una logica di promozione del Sistema Italia ed in collaborazione, ove possibile, con altre Regioni italiane. E’ questo uno degli obiettivi contenuti nell’Accordo Quadro sottoscritto quest’oggi a Perugia, presso il salone d’Onore di palazzo Donini, dalla presidenza della Regione Umbria e dal presidente della Fondazione Italia Cina, Cesare Romiti.

Gli altri obiettivi che l’Accordo si prefigge di raggiungere sono quelli di informare sulle opportunità offerte dal mercato cinese nei vari settori di interesse, con particolare riferimento ai tre settori sopra identificati ed ai flussi turistici cinesi in Italia; assistere lo sviluppo di attività con la Cina del sistema istituzionale, culturale ed economico umbro; sviluppare progetti sino-italiani anche in funzione della promozione del territorio umbro ed italiano e delle produzioni e delle eccellenze italiane.

Nello specifico la Fondazione si impegna a sostenere, presso le istituzioni competenti del Governo e dell’imprenditoria cinesi il programma di promozione delle eccellenze dell’Umbria; affiancare la Regione Umbria, in collaborazione con le Agenzie regionali, di volta in volta identificate, nel disegno e realizzazione dei singoli progetti; assistere la Regione Umbria nella valutazione della fattibilità e dell’impatto dei singoli progetti e nella ricerca delle idonee risorse umane e finanziarie, nonché, ove possibile, di altre Regioni partner e di altri partner istituzionali, in una logica di sistema e di massimizzazione dei risultati;assistere la Regione Umbria e le sue Agenzie regionali competenti, nell’attività di attrazione di investimenti cinesi.

La Regione Umbria, per parte sua, si impegna ad aderire alla Fondazione Italia Cina in qualità di Socio Sostenitore e a considerare la Fondazione, in qualità di partner, in coordinamento con le Istituzioni regionali coinvolte a seconda dei singoli progetti, per il disegno e la realizzazione delle attività condivise in Cina. “L’Umbria in questi anni – è stato sostenuto dalla presidenza della Regione in occasione della firma dell’Accordo – ha compiuto un importante sforzo di presenza sul mercato e nella società cinesi. Gli ottimi risultati ottenuti ora vanno consolidati e rafforzati. E l’accordo con la Fondazione Italia Cina va proprio in questa direzione e può essere un utile strumento per rendere ancora più profonda ed efficace l’azione delle Istituzioni umbre, delle nostre imprese e del territorio. Per quanto riguarda la Regione Umbria questo accordo riveste un carattere molto operativo per l’anno in corso e per il prossimo, affinché si possa dar luogo a un concreto progetto di promozione delle eccellenze dell’Umbria in Cina, ad una messa in opera e ad un ampliamento dei partenariati istituzionali con i territori cinesi, a partnership significative nel percorso che ci condurrà verso l’EXPO 2015, a rafforzare il profilo di Perugia e dell’Umbria come centro di formazione per gli studenti cinesi”.

Il Presidente della Fondazione Italia Cina Cesare Romiti ha dichiarato: “L’accordo che andiamo a firmare oggi ha una grande valenza per lo sviluppo della Regione Umbria, che si conferma una delle Regioni italiane più dinamiche nei rapporti con la Cina. La Fondazione Italia Cina da dieci anni lavora per il rafforzamento delle relazioni tra Italia e Cina, attivando progetti volti a supportare le imprese italiane nel loro approccio col mercato cinese. Questa firma sancisce un importante passo per un rapporto sempre più consolidato tra l’Umbria e la Cina, sia a vantaggio delle sue imprese sia a vantaggio del territorio.” E ha concluso: ”Inoltre l’adesione della Regione Umbria alla Fondazione Italia Cina in qualità di socio sostenitore va a rafforzare ulteriormente il ruolo della Fondazione quale interlocutore credibile per imprese e istituzioni, italiane e cinesi.”

 

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*