PERUGIA, NOTA SPAGNOLI, “SEDE ROMANA DELLA REGIONE, UNO SPRECO INUTILE”

Carla Spagnoli
Carla Spagnoli
Carla Spagnoli

(umbriajournal.com) PERUGIA – La Regione Umbria, insieme all’Emilia-Romagna, ha da poco rinnovato il contratto d’affitto degli uffici di via Barberini a Roma. La sede costerà fino al 2018 175.000 euro l’anno, di cui circa 80.000 pagati dalla Regione Umbria… Dato che il contratto decorre a partire dal 2012, gli umbri pagheranno qualcosa come 480.000 euro!

Si tratta di una spesa inopportuna, che non fa altro che togliere risorse da destinare alle esigenze dei cittadini e della nostra regione per mantenere una sede di rappresentanza inutile e costosa! Presidente Marini, lei che a parole vuole abolire gli sprechi nelle istituzioni, perché non spiega ai cittadini il bisogno di mantenere una sede nel centro di Roma, con personale e materiali annessi?

Perché avere una sede in una città vicinissima all’Umbria come la capitale? Perché questa cifra non va destinata, ad esempio, al rilancio della piccola e media impresa del territorio? Questa classe politica, che come una litania va ripetendo che non ci sono soldi per giustificare il suo immobilismo, riesce sempre a trovare “magicamente” le risorse quando ci sono da mantenere le sue spese e il suo potere, scaricando sempre il costo sui cittadini!

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*