Perugia, Mencaroni, risultati Osservatorio Congiunturale sul Manifatturiero e il Commercio

GooD, in Umbria una rete di eccellenza delle imprese
Giorgio Mencaroni
Giorgio Mencaroni
Giorgio Mencaroni

(umbriajournal.com) PERUGIA – Il presidente della Camera di Commercio di Perugia Giorgio Mencaroni ha presentato i risultati dell’Osservatorio Congiunturale sul Manifatturiero e il Commercio per il IV trimestre del 2013 e le attese per il I trimestre del 2014.

Giorgio Mencaroni:  “L’ultimo trimestre del 2013 ha portato segni di miglioramento più consistenti  e diffusi nei diversi comparti del Manifatturiero perugino. La Produzione rimane in campo positivo,  anche se il valore della variazione appare di entità modesta. Cresce il Fatturato, che registra un incremento speculare alla flessione del precedente trimestre. Si consolida l’andamento degli Ordinativi e finalmente la variazione tendenziale passa in campo positivo”.

“Segni contrastanti provengono dall’Artigianato.  Nel IV trimestre 2013 la Produzione dell’Artigianato attenua di poco la flessione e gli ordinativi fanno meglio,  pur rimanendo  in campo negativo; all’opposto il Fatturato peggiora, accelerando la flessione.  La Produzione su base annua registra una variazione tendenziale del -2,4% a fronte del -2,8% dello scorso trimestre. Il Fatturato segna un -3,3% tendenziale, ancora negativo e in peggioramento rispetto al precedente dato (-1,3%). Gli Ordinativi, invece, migliorano decisamente sfiorando il segno positivo:  -0,6%, a fronte del precedente -4,2%.

“Anche nel IV trimestre 2013 registriamo una  contrazione dei consumi, ma si attenua la caduta delle vendite del Commercio nella provincia di Perugia, con la variazione tendenziale delle vendite rispetto allo stesso periodo del 2012 pari a -1,6%,   la metà rispetto al precedente –3,1% osservato nel trimestre precedente”.

“Il bilancio in rosso delle vendite provinciali è da ricondurre ai risultati negativi  registrati  dalle  imprese del commercio al dettaglio, sia di prodotti alimentari che di prodotti non alimentari. La variazione delle vendite della grande distribuzione nell’ultimo trimestre del 2013, invece, è passata in campo positivo, ma con un valore contenuto, che non è stato in grado di  compensare l’andamento negativo del commercio al dettaglio”.

Congiuntura del IV Trimestre 2013
e previsioni I Trimestre 2014
MANIFATTURIERO

Chiusura dell’anno all’insegna del segno “più” per l’Industria Manifatturiera perugina: nel IV trimestre trovano conferma le tendenze positive emerse il precedente trimestre, con i  principali indicatori congiunturali che segnano una crescita. La Produzione rimane in campo positivo, anche se il valore della variazione appare di entità modesta. Migliora il Fatturato, che registra un incremento speculare alla flessione del precedente trimestre. Bene l’andamento degli Ordinativi con la variazione tendenziale che finalmente passa in campo positivo.

E’ questo in sintesi lo scenario che emerge dall’Osservatorio Congiunturale della Camera di Commercio di Perugia attraverso l’indagine condotta su un campione di circa 370 imprese manifatturiere. Nel IV trimestre 2013 la Produzione manifatturiera provinciale cresce registrando un valore positivo, di poco superiore al precedente: +0,6% su base annua, a fronte del +0,3% tendenziale del precedente trimestre.

Ancora più incoraggiante il Fatturato, che nel IV trimestre 2013, si attesta a +2,1% su base annua, evidenziando un netto miglioramento rispetto al –2,1% tendenziale del III trimestre del 2013. Netta accelerazione, invece, del Fatturato estero: la variazione su base annua, infatti, si attesta a +10,4% in ulteriore progressione rispetto a quanto registrato lo scorso trimestre,  +6,6%.

Anche la variazione tendenziale degli Ordinativi mostra un miglioramento, che gli permette di assumere con decisione il segno positivo: +1,7% il valore tendenziale in chiusura dell’anno a fronte del -0,5% registrato nel III trimestre 2013. Per quanto riguarda gli Ordinativi esteri, essi evidenziano una corposa crescita su base tendenziale, in netta progressione rispetto al precedente trimestre: la variazione su base annua, infatti, si attesta al +7,7%, a fronte del +1,7%  tendenziale del III trimestre dell’anno.

 

Artigianato Manifatturiero

Segni contrastanti provengono dall’Artigianato provinciale. Nel IV trimestre 2013 la Produzione dell’artigianato attenua di poco la flessione, al contrario degli Ordinativi che raggiungono un risultato più positivo, pur restando in campo negativo. All’opposto il Fatturato artigiano accelera la flessione. La Produzione su base annua registra una variazione tendenziale del -2,4% a fronte del -2,8% dello scorso trimestre. Il Fatturato segna un -3,3% tendenziale, ancora negativo e in peggioramento rispetto al precedente dato, -1,3%. Gli Ordinativi, invece, migliorano decisamente, avvicinandosi molto al segno positivo, senza però raggiungerlo: la loro flessione tendenziale infatti si ferma al -0,6%, a fronte del precedente – 4,2%.

 

Le previsioni del Manifatturiero per il I Trimestre 2014

I segnali positivi emersi nell’ultimo trimestre 2013 non hanno comunque modificato le aspettative di breve periodo delle Imprese Manifatturiere, che rimangono di segno negativo. Il bilancio complessivo delle previsioni per il I trimestre dell’anno 2014 è caratterizzato dal pessimismo sia per la Produzione che per il Fatturato interno. Le Imprese che prevedono un incremento della Produzione sono inferiori a quelle che si attendono una diminuzione, il saldo si attesta a -24, in peggioramento rispetto al -12 dello scorso trimestre. Le aspettative relative al I trimestre 2014 segnalano anche per il Fatturato un saldo che si attesta ancora in campo negativo con un valore (-25) peggiore rispetto al dato precedente (-8). Per gli Ordinativi interni, il saldo raggiunge -28, oltre il doppio rispetto allo scorso trimestre (-13). Prevale ancora l’ottimismo nei confronti dell’Export. Sono, infatti, positive le previsioni, se si fa riferimento agli Ordinativi Esteri: +21  il saldo pari, in ulteriore miglioramento tenuto conto che lo scorso trimestre si erano attestate a +16.

Congiuntura del IV Trimestre 2013
e previsioni I Trimestre 2014
COMMERCIO

Anche nel IV trimestre 2013 prosegue la fase di contrazione dei consumi, ma si attenua la caduta delle vendite del commercio nella provincia di Perugia. La variazione tendenziale delle vendite rispetto allo stesso periodo del 2012 è pari a – 1,6%, quasi la metà rispetto al precedente – 3,1%.

Il bilancio in rosso delle vendite provinciali è da ricondurre ai risultati negativi  registrati  dalle  Imprese del Commercio al Dettaglio, sia di prodotti alimentari che di prodotti non alimentari. La variazione delle Vendite della Grande Distribuzione nell’ultimo trimestre del 2013, invece, è passata in campo positivo, ma con un valore contenuto, che non è stato in grado di  compensare l’andamento negativo del commercio al dettaglio.

Il segmento alimentare, nonostante il periodo natalizio, appare il più penalizzato dalle decisioni di acquisto dei consumatori, con una variazione del – 4,9%, in peggioramento rispetto al precedente -3,2%. Il segmento non alimentare, con una variazione tendenziale del -2,2%, pur rimanendo in campo negativo, sembra invece riconquistare qualche posizione, a fronte del -3,9%, dello scorso trimestre. La Grande Distribuzione mostra l’unico segnale incoraggiante del comparto: la variazione tendenziale delle vendite entra in campo positivo e segna un +1,1%, ancora più consolante se paragonato con il -0,9% del precedente trimestre.

Rallenta la caduta degli Ordinativi ai fornitori, la loro variazione tendenziale nel IV trimestre 2013 è pari a -1,8%, ancora negativa, ma in ulteriore miglioramento rispetto al -4,1% registrato su base annua lo scorso trimestre.

 

PREZZI
I Prezzi nel IV trimestre 2013 registrano un lievissimo incremento su base annua +0,3%, come lo scorso trimestre.

Previsioni Commercio I Trimestre  2014

Le previsioni per il I Trimestre 2014 formulate dalle Imprese Commerciali della provincia rimangono ancora negative Le aziende che si attendono una flessione nelle vendite nel I trimestre del 2014 risultano superiori a quelle che segnalano un aumento. Il saldo, pertanto, è negativo e si attesta a -41, mostrando un peggioramento rispetto al -24 del precedente trimestre. Per i prezzi le previsioni del prossimo trimestre evidenziano un saldo pari a -10, in peggioramento rispetto all’ipotesi di stazionarietà formulata nel precedente trimestre.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*